utenti online

Liste Civiche: 'rotatoria San Biagio inaugurata in fretta senza il senso unico nelle vie interne'

2' di lettura 14/12/2015 - Inauguriamo strade e poi le chiudiamo, purché si inauguri qualcosa sabato c’è stata l’inaugurazione di una delle tante rotatorie realizzate dalle amministrazioni delle liste civiche, quella a San Biagio, lungo via d’Ancona.

Ci risulta, ma non abbiamo conferma, che non vi era la delibera per l’apertura delle relative strade di collegamento (che servono per decongestionare il traffico all’altezza del quartiere interno verso campo sportivo e chiesa), fatte realizzare pure dalle vituperate amministrazioni delle liste civiche (vi ricordate l’accusa secondo cui noi non costruivamo le strade?). Sarà per questo che già da ieri pomeriggio l'ingresso della rotatoria per il quartiere di via Tenco era di nuovo chiuso, così come stamattina?

La fretta di appropriarsi di opere pubbliche spinge pure a saltare i naturali passaggi burocratici, finendo per rilanciare solo in termini di promesse, quello che già doveva essere fatto da un pezzo. Ci riferiamo alla questione del senso unico delle vie interne di San Biagio, bloccate da un paio di mesi, per volontà di un grande sponsor elettorale della sinistra che vuole mantenere tutto come ora; del resto il senso unico temporaneo di via Pascoli negli orari di ingresso e uscita degli scolari è stato ottenuto solo ed esclusivamente grazie all'impegno dei genitori che hanno pressato l'amministrazione e la Polizia municipale.

L’esproprio politico si è pure allargato all’area verde vicino all’asilo nido di San Biagio realizzato nel 2012, che la sinistra ha voluto intestarsi come propria, quando in realtà era prevista e stabilita e in corso di attuazione, nell’ambito della lottizzazione convenzionata 6 anni fa e fatta realizzare dalle amministrazioni delle liste civiche.

L’area verde attrezzata era un impegno che il lottizzante aveva assunto con le civiche. In sostanza, una famigerata cementificazione si rivela fatta di asili nido, strade, fogne, rotatorie, area verde a disposizione per lo sport e pure organizzata per la decongestione del traffico dall’altra parte di San Biagio.

Davvero eloquente la doppiezza di chi ha sempre accusato che si costruivano case senza strade e verde e poi con tanto di faccia tosta si arroga il diritto di spacciare come proprie, dimenticando che non le voleva e che ne diceva di tutti i colori contro.

E’ lo stesso stile della sinistra che non ha scrupoli a battezzare il comitato a difesa del reparto ostetricia come apolitico, per poi sfilare in testa con l’alleato rappresentante del movimento 5 stelle, finendo per strumentalizzare politicamente tutto l’impegno delle persone interessate. Una piccola farsa combinata a livello di partito regionale per far scaricare la colpa su chi non è raggiungibile e tentare di uscirne puliti a livello cittadino, dopo avere contribuito ampiamente a confermare i responsabili dello sfascio della sanità.


   

da Coordinatori Lista Civica Il Faro di Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2015 alle 22:14 sul giornale del 15 dicembre 2015 - 380 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/arDj





logoEV
logoEV