utenti online

La maggioranza in Comune fa quadrato: 'L'Ostetricia non si tocca'

1' di lettura 13/11/2015 - L’ospedale di Osimo non si tocca, è questa la linea della maggioranza unita nei suoi partiti. Riteniamo necessario mantenere il reparto di ostetricia e ginecologia, riconosciuto come eccellenza dall’Unicef, che garantisce un servizio fondamentale per tutta la Val Musone.

La scelta politica di chiudere il reparto maternità del nosocomio osimano sarebbe dannosa ed irresponsabile, in quanto comporterebbe la dilapidazione di un patrimonio professionale di alta qualità, lascerebbe circa 100.000 cittadini senza punto nascite con sovraccarico di utenza ed inevitabili criticità per l’ospedale pediatrico Salesi, poggerebbe una pietra tombale sul progetto di un ospedale di rete per la Val Musone.

Al contrario le forze politiche di maggioranza di Osimo chiedono il potenziamento di tutto l’ospedale S.S. Benvenuto e Rocco, con il servizio di guardia medica ostetrica H24, con il potenziamento del Pronto Soccorso, dei reparti di chirurgia e medicina.

A differenza dei teatrini del passato, attiveremo tutte le iniziative utili ad impedire che decisioni contrarie alla buona amministrazione ed alla volontà dei cittadini, mettano a repentaglio l’effettività del diritto alla salute ad Osimo e nella Val Musone.


da PD-Energia-Nuova-L'Altra Osimo -Udc 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2015 alle 11:56 sul giornale del 14 novembre 2015 - 538 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqoK





logoEV
logoEV