utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > CRONACA
articolo

Maxi operazione antridroga: arrestati tre trafficanti che rifornivano la piazza osimana e fidardense

2' di lettura
1695

I carabinieri di Osimo, nella nottata fra domenica e lunedì hanno arrestato i tre componenti della banda di trafficanti di marijuana, che operavano attivamente sulle piazze di Osimo e Castelfidardo. Noti come i 'cassieri' e specializzati nel rifornimeto di stupefacente agli studenti osimani e fidardensi.

Si tratta di Emiljan Varaku, 31 enne albanese, Ciro Verde, 32enne napoletano, entrambi pluripregioudicati e residenti a Potenza Picena, Francesco Rainone, di Mercato San Severo, residente ad Ancona, 60 anni, inalido e già noto alle forze dell'ordine. Per loro l'accusa è di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso.

I fermati sono stati controllati attorno alla mezzanotte al termine di un lungo pedinamento dei militari presso i caselli autostradali della A/14 di Ancona Nord e Civitanova Marche. Si trovavano a bordo di una Ford Mondeo di proprietà e condotta da Rainone, sorpereso in possesso di 3 Kg di di Marijuana, suddivisa in tre involucri custoditi all’interno di un borsone in tela nascosto nel bagagliaio, e di una Polo di proprietà e condotta da Verde con abordo Varaku . Quest'ultima auto precedeva nella marcia il trasporto dello stupefacente con funzione di “staffetta”.

A seguito di perquisizioni personali , Varaku e Verde sono stati trovati in possesso di 4.500 euro, ritenuti provento di reati e e subito sequestrati unitamente allo stupefacente ed ai tre telefoni cellulari utilizzati dai malviventi.

Dagli accertamenti è emersso come i tre, nella mattinata di domenica, si erano recati a Brescia, per rifornisrsi della droga. Lo stupefacente veniva trasportato, avvalendosi dell’insospettabile e invalido salernitano Rainone. Varaku e Verde sono ora in carcere a Montacuto, mentre Rainone è agli arresti domiciliari. Tutti a disposizione dell'autorità giudiziaria.





Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2015 alle 12:26 sul giornale del 10 novembre 2015 - 1695 letture