utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Nominato Cda Astea: Marchetti presidente. Rispettate anche le quote rosa

2' di lettura
1634

Si è riunita stamattina (30 ottobre) nella sede di via Guazzatore, ad Osimo, l’assemblea dei soci di Astea Spa convocata per la nomina del nuovo Consiglio d’amministrazione dopo le dimissioni dei cinque componenti di nomina pubblica.

Sono stati dunque eletti Fabio Marchetti su indicazione del socio di maggioranza relativa, il Comune Osimo, Mara Pierini e Gabriele Garofolo su indicazione del Comune di Recanati, Moira Silvestri per Montecassiano e Ave Maria Tacconi per Montelupone. Confermati invece i due rappresentanti del socio privato Gpo, Giuseppe Daveri ed Eros Morandi, che non si erano dimessi.

In questo modo Astea Spa ha riordinato il proprio Cda in base alla rappresentanza di genere richiesta dalla legge evitando il rischio che a farlo fosse, forzatamente, il ministero per le Pari opportunità. Al termine dell’assemblea dei soci, il nuovo Cda ha nominato all’unanimità Fabio Marchetti presidente, come previsto dai patti parasociali.

“Sono legato al Gruppo Astea da sempre –ha dichiarato appena eletto Marchetti-, c’è un discorso affettivo oltre che professionale che mi legava e mi legherà ancor di più a questa società. Il Gruppo è cresciuto molto nel tempo coinvolgendo più enti locali della zona, dovremo continuare su questa strada, ma il mio impegno sarà quello di convocare più spesso il Consiglio di amministrazione, che sarà maggiormente coinvolto nella gestione della società per condividere tutti assieme le importanti sfide che ci aspettano.

Prossima settimana prenderò subito possesso dell’ufficio del presidente e organizzeremo riunioni operative interne e con i soci per allestire un cronoprogramma delle priorità da affrontare”. I soci di Astea hanno deciso di non nominare un amministratore delegato come in passato, ma hanno chiesto al nuovo presidente Marchetti di convocare entro due settimane una nuova assemblea per discutere della nomina di un direttore generale interno che lo affiancherà nella gestione ordinaria, della quale andranno definite competenze e budget di spesa.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2015 alle 16:26 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 1634 letture