utenti online

Calcio: derby amaro per l'Osimana sconfitta 3-1 al Diana con la Passatempese

3' di lettura 11/10/2015 - Derby amaro per i giallorossi, che perdono partita e soprattutto il gioco espresso in questo inizio di campionato. Gli ospiti, più esperti e smaliziati, mettono fisico e qualità, soffocando sul nascere le velleità dei padroni di casa e prendendo il sopravvento nel gioco, specialmente nel primo tempo.

I ragazzi di Mr. Leonardi patiscono il campo, pesante per l’incessante pioggia, l’aggressività fisica concessa magnanimamente dal sig. Gagliardini, arbitro di giornata e si affidano ad improbabili lanci a saltare il centrocampo. Ne consegue che, riconsegnando sempre palla agli avversari, non prendono il ritmo partita e soccombono inesorabilmente fino al gol di Nemo, bravo a mettere dentro un bel cross dalla sinistra. La Passatempese, organizza manovre gradevoli e sfiora anche il raddoppio sul finire del primo tempo.

Per l’Osimana, unici lampi sono un tiro di Cesaroni dalla distanza, respinto a fatica da Grilli e due episodi alquanto dubbi in area di rigore su Campanelli prima e Giuliani dopo. Nella ripresa, l’Osimana sembra prendere progressivamente coraggio e campo, affacciandosi spesso nella metà campo avversaria, anche senza reali pericoli per la porta della Passatempese. Al 15°, Pericolo, su punizione dalla distanza, sigla il gol del pareggio, con un bolide rasoterra che, con la complicità di Grilli, si insacca.

La Passatempese accusa il colpo e Castorina, subentrato a Campanelli, ha sulla testa la palla del raddoppio, quando a pochi passi dalla porta, mette di poco a lato. Partita aperta, ma piove sul bagnato in casa giallorossa, con Polenta costretto ad uscire, causa crampi e doppio cambio obbligato per Mr. Leonardi, causa legge sui fuoriquota. Entra così Giampieri al posto di Polenta e Gabbanelli per Durazzi. Pochi minuti e fattaccio in area giallorossa.

Su azione di contropiede, Magi è atterrato in area da Cesaroni. Rigore e rosso (eccessivo per la totale assenza di occasione da gol). Dal dischetto Petitti realizza il terzo rigore stagionale per gli ospiti, mentre si attende ancora in casa Osimana. E dire che le occasioni non sono certo mancate, anche clamorose. L’arbitro Gagliardini si erge a protagonista ancora un minuto dopo, quando ammonisce per la seconda volta Pericolo, che prende la via degli spogliatoi, lasciando i compagni in 9. Singolare che l’Osimana abbia subito un numero di falli enormemente superiore agli avversari, ed abbia finito con 5 ammoniti e 2 espulsi, contro solo 2 ammonizioni per gli ospiti.

Quello che lascia interdetti, sono i due pesi e le due misure su falli analoghi ed il sorvolo sul fallo sistematico. La cosa da salvare, di questa giornata, sono sicuramente gli ultimi 9 minuti, quando l’Osimana, con grande cuore ed orgoglio, ha messo alle corde l’avversario, sfiorando in un paio di occasioni il clamoroso pareggio. Al 95°, su classica azione di contropiede, Maraschio chiude il match, con il terzo gol sul fischio finale del disastroso Gagliardini, sicuramente decisivo.

OSIMANA: Polenta(Giampieri), Postacchini, Montesi, Cesaroni, Brasili, Durazzi(Gabbanelli), Bediako, Campanelli(Castorina), Giuliani, Pericolo, Sow.

All. Leonardi.

A Disp: Luna, Baro, Magrini, Persiani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2015 alle 22:07 sul giornale del 12 ottobre 2015 - 443 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, osimana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ao6m





logoEV
logoEV