utenti online

Con gli eco compattatori possibili risparmi sulla Tari

1' di lettura 02/10/2015 - Nella prossima seduta del Consiglio Comunale, prevista per sabato 3 ottobre, fra i vari punti previsti in programma si discuterà anche un ordine del giorno del gruppo consiliare del Partito Democratico che propone di introdurre in città i cosiddetti ecocompattatori.

Macchinari in grado di raccogliere, differenziare e compattare autonomamente gli imballaggi in plastica, alluminio e altri materiali conferiti direttamente dai cittadini, che in cambio potranno avere una riduzione sulla TARI (la Tassa Rifiuti) oppure dei buoni sconto per acquistare beni negli esercizi commerciali convenzionati del territorio comunale.

L’ecocompattatore è in grado di rilasciare, al momento del conferimento, uno scontrino che il Comune può legare ad un sistema di incentivazione per premiare i cittadini più virtuosi con sconti o altre forme di incentivazione, così da diffondere pratiche sempre più responsabili e rispettose dell’ambiente a partire dalla salvaguardia del proprio territorio.

Il materiale compattato diventa infatti subito pronto per il riciclo, eliminando il passaggio nel macchinario di compattazione presente nelle isole ecologiche, con riduzione dei volumi e dei costi di trasporto, così da poter liberare risorse da riversare a vantaggio dei cittadini. Si tratta di un sistema già attivo e funzionante in diverse città italiane e che presto potrebbe arrivare anche ad Osimo, in una realtà sempre più sensibile ai temi dell’ecologia e già in prima linea nella raccolta differenziata, con percentuali di riciclo pari al 67,21% nel 2014, oltre la media della Provincia di Ancona che si attesta al 65,61%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2015 alle 17:59 sul giornale del 03 ottobre 2015 - 606 letture

In questo articolo si parla di politica, gruppo consiliare pd osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aoL6





logoEV
logoEV