utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Mariani (PPO): 'Pugnaloni sindaco sub judice mette mano alle poltrone per maggiore visibilità'

1' di lettura
575

E’ davvero con grande senso di umiltà che un Sindaco in attesa di essere confermato dal Consiglio di Stato (perché il Tar ha già detto che non è più Sindaco), rimette in gioco tutte le poltrone che ha assegnato solo 12 mesi fa?!?! Prima ha cacciato Berrè con il pretesto delle “quote rosa” (che lui conosceva dal 16 giugno 2014) ora strumentalizza le dimissioni dello stesso A.d. Astea, rimettettendo mano a tutti gli incarichi di sua competenza.

Il Bando infatti non è solo per la poltrona che si è resa vacante in Astea per le dimissioni di Berrè, ma anche per altri 9 incarichi in altrettanti istituti, società ed enti( Astea Energia spa; Amat; associazione Riviera del Conero; Istituto Muzio Gallo; Commissione Comunale Sorveglianza e Monitoraggio del territorio per la vigilanza sugli impianti produttivi; Fondazione Osimana Padre Bambozzi; Associazione Civica Scuola di Musica; Consorzio per l’alta formazione e lo sviluppo della ricerca scientifica in diritto amministrativo; Istituto Campana).

Per paura di non essere riconfermato Sindaco a dicembre prossimo, Pugnaloni sta portando avanti solo atti e provvedimenti di parte-partito, calpestando ogni diritto l'interesse pubblico!. Non gli interessa l’edilizia scolastica (il progetto della scuola a Campocavallo approvato qualche giorno fa non ha copertura finanziaria), non gli interessa la viabilità (è riuscito pure a farsi sfuggire i soldi stanziati dalla Regione Marche per la Strada di Bordo), non gli interessano gli interventi per il sociale e le famiglie (tutte le tasse e le tariffe aumentate). Gli interessano solo le poltrone che “venderà” al Pd in cambio di un posto al sole (Parlamento o Regione). Complimenti Simone Pugnaloni!


ARGOMENTI

da Maria Grazia Mariani 
      Capogruppo Gruppo Misto Osimo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2015 alle 17:37 sul giornale del 25 settembre 2015 - 575 letture