M5S: 'salute di osimani e Valmusone nulla per la politica regionale. Nuovo Inrca chimera'

3' di lettura 20/07/2015 - Le parole di Cossignani “la sanità dipende da uomini che dipendono dai partiti” sono una pesantissima verità e la fonte da cui provengono, un “uomo del sistema” oggi in pensione, deve far aprire gli occhi ai cittadini e portarli ad essere pienamente consapevoli della colossale mangiatoia legata alla sanità. Secondo questa logica investire nell’ospedale di Osimo non è redditizio: né economicamente, né politicamente.

La salute degli osimani dunque, per la politica regionale, non conta niente. Di fronte a questa verità “esternata” da Cossignani, il Sindaco Pugnaloni, primo cittadino di Osimo, che fa? Si scandalizza!!! Cosa aspetta, che arrivi un corteo a cavallo che annunci in piazza l’editto di chiusura dell’Ospedale? Non bastano la riduzione della pianta organica? Lo svilimento della professionalità degli operatori sanitari costretti a lavorare senza la guida di un Primario?

Il mancato adeguamento del Pronto Soccorso a DEA di 1° livello (unico Pronto Soccorso della Regione a non esserlo!!!), nonché il mancato ampliamento strutturale che doveva essere fatto sin dal 2009? Ma certo caro Sindaco, si scandalizzi pure… tanto la colpa è sempre di qualcun altro! Prima Spacca, le Liste Civiche, i tecnici dell’ASUR… ma tanto adesso arriva Ceriscioli… Sindaco… SVEGLIAAAAAAAA!!! Difenda con i denti il diritto alla salute dei cittadini di Osimo e della Valmusone!

Questa è la sua responsabilità istituzionale quale massima autorità sanitaria nel Comune! Ah, ma tanto finché non sarà costruito il nuovo Ospedale di Rete della Valmusone non verrà chiuso niente… Eccola qui, nelle foto scattate il 15 luglio 2015, la chimera dell’Ospedale di Rete/INRCA che dovrebbe sorgere all’Aspio… (a proposito: cosa c’entra con la Valmusone?).

Questo “OGM” né carne, né pesce, mezzo ospedale di rete e mezzo istituto per curare gli anziani, ci costerà 120 milioni di euro e non prevede neanche il reparto di ostetricia!!! (ndr: nella foto la vegetazione è un po’ alta: in effetti da circa un paio di settimane le pecore che di solito mantengono l’erba a livello non ci sono, forse hanno transumato…). A proposito: si vocifera che non ci sono i soldi per costruire questa Grande Opera: dei 120 milioni ce ne sarebbero solo 60.

La politica regionale non si azzardi ad iniziarla e poi a lasciarla incompiuta, sprecando i soldi dei cittadini, per regalarli agli amici degli amici!!! Ad Osimo, un esempio di grandi opere incompiute e di promesse ventennali campate per aria ce l’abbiamo già: la strada di bordo! Il M5S vigilerà affinché la questione dell’ospedale di Osimo venga risolta con razionalità, efficacia e rapidità. I nostri consiglieri comunali e regionali hanno presentato due interrogazioni congiunte al Sindaco Pugnaloni e al Governatore delle Marche con delega alla Sanità Ceriscioli per conoscere azioni e tempi per sanare le carenze dell’Ospedale di Osimo in attesa della prossima promessa elettorale.

Accettiamo la sfida a chi si spende di più per difendere il diritto alla salute dei cittadini di Osimo e della Valmusone. Intanto, di nuovo…. SVEGLIAAAAAAA!!!








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2015 alle 00:20 sul giornale del 20 luglio 2015 - 507 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/al0V





logoEV