Liste Civiche: 'nasce, nel silenzio generale, Osimo Servizi. Trasparenza ancora optional'

2' di lettura 20/07/2015 - "Di nascosto" è stata stipulata davanti al notaio la costituzione della società di servizi che ingloba Park.o e Imos. Senza un passaggio specifico in consiglio comunale, senza una comunicazione pubblica, senza un avviso alle maestranze interessate, senza attendere il risultato della gara di vendita delle quote Parko e del trasporto pubblico locale che scade il 17 agosto 2015.

Solo per farlo di fretta, prima che possa succedere qualcosa al trio Pellegrini, Pasquinelli e Pugnaloni. Un atto sottobanco che vuole anteporre scelte di partito alla doverosa trasparenza amministrativa che dovrebbe essere ancora maggiore in questo periodo in cui il Comune vive in una fase di sospensiva giudiziaria di cui non si può non tenere conto (chi farebbe scelte del genere in prossimità di scadenza di mandato amministrativo?).

La storiella che entro il 31 dicembre 2015 tutto deve essere completato per la razionalizzazione delle società non regge, perché di mesi da qui a dicembre ve ne sono ancora tanti e perché già si sa che il termine verrà prorogato. Allora? Tutta questa fretta solo per dire di aver compiuto un'operazione che poi non reggerà così come organizzata? O per assumere altre persone e sistemare un organigramma in cui i parenti sono i primi e gli aumenti delle ore sono a vantaggio solo di alcuni e a svantaggio di chi da 10 anni lavora nella Park.O?

Fa bene Latini che in silenzio manda sempre tutto all'autorità giudiziaria senza concedere più sconti a nessuno, anche se il primato della politica avrebbe dovuto consigliare al trio Pugnaloni, Pasquinelli e Pellegrini una maggiore trasparenza e sopratutto l'attesa per la costituzione della nuova società almeno fino all'esito della vendita del ramo del trasporto pubblico locale di Parko, visto che non sono a gestire la città con migliaia di voti di vantaggio e che una scelta così importante non può essere una unilaterale decisione del PD come la modifica del titolo V della Costituzione.

Noi più delle azioni di responsabilità ora non possiamo fare, ma per riprendere in mano la situazione quando sarà tempo e ritornare per esempio allo sconto dell'80 per cento del costo dei pulmini scolastici, dovremo rivedere interamente l'organigramma, annullare gli atti compiuti compresi quelli appena disposti, ritrattare l'acquisizione del trasporto pubblico locale e avviare la definizione dei piani settoriali di intervento. Sperando che ciò sia sufficiente.


da Coordinatori Lista Civica Il Faro di Pesaro





Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2015 alle 00:12 sul giornale del 20 luglio 2015 - 402 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/al0S





logoEV