utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Negli scorso giorni la VII giornata del sostenitore della Lega del Filo D'oro

2' di lettura
375

Il 22 e 23 maggio si è svolta l’VIII Giornata del Sostenitore della Lega del Filo d’Oro, l’Associazione che da oltre cinquanta anni in tutta Italia si prende cura delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie.

I Centri di Osimo (AN), sede nazionale dell’Ente, Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA) e Termini Imerese (PA) hanno ospitato oltre 600 visitatori che hanno potuto conoscere da vicino l’attività dell’Associazione, le persone assistite e le loro famiglie.

"E’ soprattutto grazie all'aiuto e alla solidarietà dei sostenitori - ha detto Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d'Oro – che oggi siamo in grado di garantire agli utenti e alle loro famiglie i nostri servizi. La Giornata del Sostenitore a loro dedicata vuole essere un modo per conoscerli e per ringraziarli”.

Quest’anno, in occasione dell’Expo, l’evento si è incentrato sul tema del cibo e del suo ruolo nella riabilitazione delle persone sordocieche; i visitatori, accolti in ogni Centro da responsabili, volontari e famigliari, sono stati invitati a provare come il gusto, per chi presenta deficit sensoriali, sia un prezioso canale attraverso cui conoscere il mondo.

"E’ stata un'esperienza straordinaria – afferma Luigi, sostenitore da oltre 20 anni -. Difficile descrivere le sensazioni e le emozioni di questa giornata. Sono fiero di essere un sostenitore della Lega del Filo d’Oro, ancor di più adesso che ho potuto constatare di persona il valore e la professionalità di chi vi opera."

La Giornata del Sostenitore è un modo per far toccare con mano a chi sostiene l’Associazione il suo impegno a favore delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e per esprimere loro tanta gratitudine. I Centri dell’Associazione possono comunque essere visitati in qualunque momento telefonando allo 071 7231763 o scrivendo a info@legadelfilodoro.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2015 alle 16:49 sul giornale del 27 maggio 2015 - 375 letture