utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Ciclismo: duegiorni Marchigiana di Castelfidardo, Luca Pacioni sprinta nel Trofeo Cisel

2' di lettura
494

Stavolta tutto fila via come da pronostico. Stavolta le previsioni (anche meteorologiche) vengono rispettate. Iscritti: 208. Al via: 195. All’arrivo: 88. Chiusura in volata. Ancora la lombarda Viris Maserati Sisal Chiaravalli, come l’anno scorso. Bersaglio pieno di nuovo centrato dal diesse Matteo Provini, dal presidente Pirlo e dall’intramontabile Cappelletti (abituato ai trionfi marchigiani).

Finalmente Luca Pacioni passa per primo, dopo il bronzo del 2014. Sprint in dolce ascesa incerto fino all’ultimo centimetro. Occorre attendere e soffrire un po’ prima che arrivi l’ufficializzazione dal collegio di giuria, dopo attenta consultazione del fotofinish. Marco Maronese (Zalf) e Riccardo Minali (Colpack) accedono al podio. L’atleta più continuo è Mirko Maestri, che chiude al quarto posto (dopo il trionfo della prima prova). A lui va il Trofeo Semar della combinata.

La cronaca dell’atto ultimo della 34^ Duegiorni Marchigiana di Castelfidardo è in buona parte accompagnato dalla pioggia. Il Trofeo Città di Castelfidardo – Tofeo Cisel chiude il cerchio sul percorso scorrevole, ma sempre insidioso, di km. 175,600.

Il tentativo di più ampio respiro inizia al km 60 e si esaurisce al km 140. Fuggono in sei: Rocchi, De Marchi, Trueba, Zanzi, De Russi, Mincarelli, Delle Foglie. Dopo l’azzeramento, si susseguono i guizzi (il più lungo dei quali è quello di Velasco (Zalf). Il treno più attrezzato è quello della Viris. Il colpo di Reni più tempestivo, alla fine della rimonta, è griffato da Pacioni.

Il primo applauso viene dal presidente federiclistico nazionale Renato Di Rocco, affiancato dal c.t. Marino Amadori e dal massimo dirigente marchigiano Lino Secchi. Lo Sporting Club S.Agostino di Castelfidardo costituisce agli occhi di tutti la solita perfetta macchina organizzativa, autorevolmente guidata dal presidente Bruno Cantarini, scortato dagli instancabili Luciano Angelelli e Albino Cittadini.

Stavolta tutto fila via come da pronostico. Stavolta le previsioni (anche meteorologiche) vengono rispettate. Iscritti: 208. Al via: 195. All’arrivo: 88. Chiusura in volata. Ancora la lombarda Viris Maserati Sisal Chiaravalli, come l’anno scorso. Bersaglio pieno di nuovo centrato dal diesse Matteo Provini, dal presidente Pirlo e dall’intramontabile Cappelletti (abituato ai trionfi marchigiani). Su Tvrs: nei contenitori del lunedì (20,10 - canale 11), del giovedì (22,30 – canale 11) e del venerdì (20,10 – canale 111).


Ordine arrivo:

1.Pacioni Luca (Viris-Maserati-Sisal Chiaravalli) Km 168 in 3h50’50”, media 43,668 km/h;

2.Maronese Marco (Zalf Euromobil Desirée Fior);

3.Minali Riccardo (Team Colpack);

4.Maestri Mirco (General Store Bottoli Zardini Liotto);

5.Chinello Fabio (Unieuro Wilier Trevigiani);

6.Muffolini Luca (Mg K. Vis - Vega - Norda – Montappone);

7.Zanon Michele (Cyberteam Breganze Group);

8.Gaday Orozco Lucas (Argentina - Unieuro Wilier Trevigiani);

9.Newey James (Gran Bretagna - Zappi's Racing Team);

10.Beckinsale Jack (Australia - Fracor Semetica Sphera).


ARGOMENTI

da Umberto Martinelli




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2015 alle 16:23 sul giornale del 27 maggio 2015 - 494 letture