utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Polverigi. M5S, 'case popolari, vogliamo vederci chiaro'

3' di lettura
371

Breve ma intensa la discussione sulla nostra interpellanza sulle case popolari e sulla L.R. 30/98 che comincia con le spiegazioni dell'assessore Lombardi, che con parole sue e del dirigente Belelli, non sa spiegarci chi abbia modificato a mano le lettere con la comunicazione del mandato di pagamento, diventati compensazione coattiva.

Apprendiamo che la mancanza di personale ha fatto slittare per circa sette mesi l’inoltro della lettera di convocazione della Commissione per la graduatoria in merito alle case popolari. C’è di che rimaner sorpresi che tale emergenza si sia in qualche modo risolta proprio nei 20 giorni intercorsi tra la registrazione al protocollo del Comune della nostra interrogazione sull’argomento e la risposta in Consiglio Comunale dell’assessore Lombardi che ci tranquillizzò dicendo che l’iter stava andando avanti.

Con sdegno, il Sindaco Carnevali, senza entrare nel merito di quanto riportato e richiesto nell'interpellanza, ricorda ciò che essi fanno per il sociale, ma a parte la scarsa attinenza con l'oggetto dell'interpellanza, non si comprende come l'organizzare la distribuzione dei pacchi spesa per la Caritas dia a questa e alla precedente maggioranza, costituita dalle stesse persone in ruoli diversi, il diritto di impiegare 7 mesi per mandare una lettera in merito alle case popolari, nonché il diritto di operare una compensazione coattiva giustificata, da quanto riportano i documenti, da degli accordi verbali che siamo curiosi di sapere come potranno essere dimostrati nell'eventualità che il caso arrivi davanti ad un giudice.

L'assessore Lombardi, nella sua spiegazione, ha chirurgicamente evitato di menzionare quella parte della risposta della pilatesca Regione Marche che ammonisce l'amministrazione, dicendo che tale pratica – non sufficientemente chiara, formale e tempestiva non deve più ripetersi.

Non si scusano nemmeno davanti all'evidenza e con imbarazzante arroganza tentano maldestramente di minimizzare i casi. Ciò che più ci ha sorpreso è stato il silenzio di chi si professa sempre corretto e vicino ai polverigiani, avallando, di fatto, lo sterile tentativo di prenderci in giro.

Nonostante tutto, però, una cosa giusta è stata detta dal Sindaco Carnevali: hanno fatto bene a controllare i dati e i documenti della UNI.CON., anche se hanno dimostrato delle forti lacune sull'argomento (e di non sapere nemmeno cercare su internet dato che il sito della UNI.CON. è presente).

Li stiamo accuratamente esaminando anche noi e alla luce di quanto accaduto alla riunione della Pro Loco, che per quanto abbiamo ricostruito finora non ha visto rispettate le regole dello statuto e continueremo ad indagare fino ad avere il quadro più completo e preciso possibile, verificheremo i requisiti di tutte le associazioni, a partire proprio dalla Pro Loco, e che ogni iniziativa del Comune di Polverigi a riguardo sia fatta nell'interesse dei cittadini tutti, sia di chi è polverigiano per nascita, sia di chi lo è per scelta.


ARGOMENTI

da Movimento 5 Stelle Polverigi


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2015 alle 18:04 sul giornale del 25 maggio 2015 - 371 letture