utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Bilancio di previsione: per le Civiche un pasticcio frettoloso da taglia e cuci

2' di lettura
292

Le modifiche improvvise che da venerdì vengono compiute presso la ragioneria del Comune di Osimo, per presentare lunedì ai revisori dei conti un bilancio che sia quanto prima approvato dal Consiglio comunale, mostrano superficialità, disattenzione, assenza di una logica catena di comando.

Eppure ci sono professionisti ben retribuiti in posizioni dirigenziali con compiti organizzativi precisi e ci sono stati almeno sei mesi di tempo per predisporre uno strumento finanziario che fosse saldo almeno per chi lo redigeva e lo attuava poi.

Inoltre il muro che è stato sollevato nei nostri confronti da parte di molti che si sono sentiti investiti pure di un ruolo politico, quando dovrebbero essere imparziali operatori della pubblica amministrazione, ha comportato il rifiuto di valutare le correzioni che avevamo più volte indicato come necessarie e dovute.

Un atteggiamento che si spiega solo con la volontà di dare una risposta più dura e demagogica degli stessi politici amministratori e divenire quindi loro punti di riferimento, negandoci anche quella funzione di controllo che ci è stata affidata dagli elettori.

Quella che emerge è purtroppo la brutta realtà di un ufficio in cui si urla e sbraita (ormai non è una novità per questa amministrazione) per decidere chi comanda tra dirigente e sindaco nella conta dei soldi da incassare; tutto ciò dimostra proprio quanto di strano sta accadendo circa la volontà degli uffici di accontentare la politica prima ancora che gli obblighi amministrativi, il rispetto dei dati e delle norme e la trasparenza nelle risposte ai cittadini.

Solo una intrusione fortissima della partitocrazia e la volontà di chi la subisce di adeguarsi subito può creare queste confusioni di ruoli, ma sopratutto questi tentativi di mistificazione di dati. Se questa volta il peggio è stato evitato per l'impennata di orgoglio del dirigente, non vuol dire che situazioni analoghe non si ripeteranno.

Tutto ciò è più di un campanello di allarme, ed è grave per noi che abbiamo sempre tenuto i conti in ordine e lo abbiamo fatto nel rispetto dei ruoli e delle funzioni: il politico amministratore faceva scelte politiche che il dirigente e l'ufficio ragioneria applicavano nel rispetto delle norme.


ARGOMENTI

da Coordinatori Lista Civica Il Faro di Pesaro


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2015 alle 17:39 sul giornale del 19 maggio 2015 - 292 letture