utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: 'sulle regionali umiliato tutto lo stato maggiore del Pd osimano. Si dimettano!'

3' di lettura
847

La puzza dell’inciucio osimano tra PD e Liste Civiche per le prossime elezioni regionali è insopportabile. Pugnaloni, si dimetta! Il PD osimano che conta quanto il due di coppe quando comanda denari è stato umiliato dai vertici del suo stesso partito con la bocciatura del suo candidato Fabio Marchetti a cui è stato preferito niente popò di meno che Achille Ginnetti delle Liste Civiche, acerrime nemiche del PD.

Per la serie: coerenza zero! Lei Sindaco, che si autoproclama coerente, (le ricordiamo comunque i suoi trascorsi nella seconda giunta Latini), dovrebbe fare qualcosa di più che far finta di indignarsi. Ginnetti, si dimetta! Come può stare nelle Liste Civiche e contemporaneamente appoggiare Ceriscioli del PD? Sarebbe anzi meglio che si ritirasse dalla vita politica, visto i ripetuti salti del fosso che ha fatto nella sua carriera e visto che si sta prestando senza alcuna dignità a fare il traghettatore di voti per il PD. Per quale tornaconto?

Fabio Marchetti, si dimetta! Un partito che l’ha silurato per favorire i candidati del PD anconetano a caccia di voti in Valmusone, non la merita. Il cinismo del PD regionale non poteva permettere che lei catalizzasse su di sé il voto dei simpatizzanti del PD di Osimo.

Così, con Ginnetti che nessuno del PD di Osimo voterebbe, (ma che comunque fa comodo perché porta il suo pacchetto di voti alla coalizione Ceriscioli in cerca del premio di maggioranza), Maiolini e Busilacchi faranno man bassa tra l’elettorato PD di Osimo usurpando i voti che spettavano a lei, e ridendosela alle sue spalle.

Giovani Turchi osimani (Campanari, Gallina Fiorini & Co.), dimettetevi! Il PD regionale si fa gioco di voi e non basta prendere le distanze dalla candidatura di Ginnetti: occorre coraggio e occorrono gesti significativi, altrimenti siete complici anche voi di questo inciucio vergognoso, e i vostri comunicati stampa servono solo per salvare la faccia. Dino Latini infine, si dimetta da tutto, anche dall’assemblea di condominio.

Nei suoi comunicati a firma dei giovani Coordinatori delle Liste Civiche continua a fare ciò che le riesce meglio: mistificare acrobaticamente la realtà. Definisce il M5S “un partito del novecento nella cupa chiusura del tesseramento” proprio lei che fa il politico di professione da 30 anni e ha l’ardire di ribattezzare l’opportunismo politico delle Liste Civiche come una virtù, “una totale apertura rispetto alle persone”. Lei le persone le usa da sempre, gentile Latini: le ricordiamo i 146 candidati per 24 posti da consigliere alle scorse elezioni comunali distribuiti su ben sei liste civetta.

Alcuni di loro non sapevano neanche in quale lista fossero candidati. Architettare trame elettorali con i degni interlocutori del PD e di Marche 2020, e tenere il piede in due staffe alle prossime regionali nel tentativo di restare a galla, è una mossa che non le gioverà. I cittadini stanno aprendo gli occhi e stavolta non li ingannerete. Dimettetevi tutti: salvereste almeno quel poco di dignità che vi è rimasta.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2015 alle 00:05 sul giornale del 29 aprile 2015 - 847 letture