Atletica: Manuel Nemo in finale ai campionati italiani indoor di Ancona

2' di lettura 14/02/2015 - Fine settimana all’insegna della grande atletica al Banca Marche Palas di Ancona, con il primo degli appuntamenti tricolori ospitati all’interno dell’impianto dorico: i Campionati Italiani di atletica leggera per le categorie Juniores (anni 1996 – 1997) e Promesse (anni 1993 – 1994 – 1995).

Sabato 7 e domenica 8 febbraio oltre 1.100 atleti – gara si sono sfidati per l’assegnazione delle 52 maglie di campione italiano, in un’edizione che ha seguito la manifestazione celebrativa dei dieci anni del palaindoor, di venerdì 6 febbraio, e che ha avuto un ospite d’eccezione: il campione di salto in alto, l’ucraino Bohdan Bondarenko. A difendere i colori del Team Atletica Marche c’erano anche atlete ed atleti osimani che avevano precedentemente conquistato il diritto a partecipare ai Campionati.

Manuel Nemo, già brillante quinto agli Italiani di Prove Multiple di Padova di appena due settimane prima, otteneva un nono posto nel salto in alto, fermandosi a quota 1.96. Si riscattava nella gara dei 60 m hs. promesse: secondo in batteria con 8.56, quarto nella prima semifinale con 8.47 (primato personale e record sociale), settimo in finale con 8.51. Nella stessa gara Leonardo Malatini, quarto in batteria con 8.79. Nel lancio del peso juniores Gianluca Re con la misura di 13.44, vicina al suo personale, si piazzava tredicesimo.

Forse l’emozione o la difficoltà nel trovare la giusta rincorsa fermavano il triplista Simon Nguimeya (tre nulli per lui); analoga sorte per Caterina Santoni nel salto in alto. Tutta osimana la staffetta T.A.M. promesse con Francesco Cappanera, Leonardo Malatini, Andrea Beccacece e Manuel Nemo, undicesimi in classifica con il tempo di 1.33.47. Notevole il nono posto del Team Atletica Marche nella classifica a squadre Promesse Uomini, con lo stesso punteggio di formazioni come le Fiamme Oro e l’Aeronautica Militare e davanti a “squadroni” come le Fiamme Gialle. Manuel Nemo tornava in pista mercoledì 11 febbraio, nel Meeting Nazionale Indoor di Ancona, nuovamente nei 60 m. hs., tentando di ottenere il minimo per la partecipazione ai Campionati Italiani Assoluti.

Quinto in batteria con 8.49; quarto in finale con 8.45: pur migliorando il primato personale ed il record sociale, per una manciata di centesimi non gli riusciva l’impresa. In gara anche il cadetto Ionut Manolache nel salto triplo, dove otteneva il secondo posto con la misura di 10.76, nuovo primato personale. Sergio






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2015 alle 12:40 sul giornale del 16 febbraio 2015 - 551 letture

In questo articolo si parla di sport, osimo, atletica osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/afo5





logoEV
logoEV