utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

La Bordoni annuncia un esposto sulla querelle morosi Astea: 'così si infanga il lavoro dell'azienda'

2' di lettura
1980

La strumentalizzazione su Astea ed in particolare su Astea Energia è ormai nauseabonda. Un'azione politica da parte dell'amministrazione che rappresenta la politica più vecchia e becera che possa esserci quando invece urlano al rinnovamento.

La falsa dichiarazione apparsa nel Resto del Carlino in merito ai mancati solleciti delle utenze morose, di luce e gas è chiara e mirata, finalizzata solo ad infangare la precedente governance della società. Il sistema informatico dell' azienda è in grado di dimostrare i solleciti inviati ad ogni utente, la tipologia e la cadenza del sollecito stesso.

Chi ha fatto queste dichiarazioni dovrà dimostrare alle autorità competenti quanto ha divulgato, perché da parte mia non mancherà un esposto alla Procura e la relativa richiesta di accesso agli atti , a tutela oltre che del mio operato , dell'immagine e del buon nome dell' Astea e della qualificata attività, che fino al mese di giugno scorso invece godeva. L'amministrazione cosi facendo infanga, con le sue menzogne, tutto il personale Astea e nello specifico, in questo caso, tutte le risorse che a suo tempo erano dedicate esclusivamente al recupero delle morosità, che scrupolosamente e con forte senso di responsabilità hanno svolto il proprio delicato lavoro: da Pelagalli responsabile del servizio a tutto il suo staff: Franchini, Braccacini, Agostinelli.

Trovo ingiusto additare queste persone che lavorano e sono estranee ai fatti della politica, alludendo o insinuando un lavoro da loro svolto non adeguatamente. La regolarità dei solleciti, e a volte dei distacchi sono state usate dall'attuale amministrazione, nel 2013 , allora all'opposizione, al senso contrario tanto che hanno richiesto un consiglio comunale allargato alle partecipate per precisare le modalità dei solleciti e dei distacchi per non pressare troppo i cittadini indigenti.

Se poi oggi si ritrovano utenti che reclamano un doppio sollecito o una mancata registrazione di un pagamento, significa che l'attuale riorganizzazione ed il rinnovamento decantato dell'ufficio morosità non funziona. Il consigliere comunale (Ex Amministratore delegato Astea Energia) Monica Bordoni



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2015 alle 10:41 sul giornale del 30 gennaio 2015 - 1980 letture