utenti online

Basket DNC: riscatto Robur, battuta Pedaso 63-52

3' di lettura 10/12/2014 - Riscatto doveva essere e riscatto è stato. La Robur si mette subito alle spalle la sconfitta contro Falconara e riprende la sua corsa in classifica grazie alla vittoria per 63-52 contro una Pedaso mai doma. Robur che si presenta con il neo acquisto Luca Rossi e il colpo di mercato dell'ultima ora ovvero Yancarlos Rodriguez Made, play - guardia classe '94 cresciuto nel fiorente vivaio della Stella Azzurra Roma.

Giocatore che fa dell'arresto e tiro e della penetrazione il suo punto di forza, ha alle spalle esperienze di rilievo in DNB e DNC nelle ultime stagioni a Montichiari, Bettinzoli Monticelli e alla stessa Stella Azzurra. Partenza forte di Pedaso che inizia con un secco 2-6 grazie alle triple di Conti e Cernivani ma la Robur risponde con Rossi e Bakovic. Gli uomini di coach Camarri giocano molto sul corri e tira ed inizialmente la strategia sembra pagare visto che Pedaso viene supportata dalle ottime percentuali dei suoi tiratori.

La Robur non sta a guardare e, dopo un attimo di assestamento, con Quaglia e Redolf risponde colpo su colpo agli avversari in un primo quarto di grande intensità e con molte occasioni concretizzate da una parte e dell'altra, tanto che si chiude sul 24-20 grazie al mini break di 4-0 negli ultimi istanti firmato Rodriguez - Quaglia. Nella seconda frazione Pedaso ha più difficoltà a trovare la via del canestro, grazie anche alla difesa roburina che chiude le maglie difensive imbrigliando la manovra offensiva ospite. Il match rimane in equilibrio prima della nuova accelerata finale firmata da Cunico che manda la Robur negli spogliatoi sul 39-33.

Nel terzo quarto Pedaso buca raramente la retina, segnerà appena 9 punti nel periodo, con Quaglia che sotto canestro domina a rimbalzo mentre anche i roburini fanno fatica a perforare la difesa ospite ma alla fine i ragazzi di coach Francioni riescono a gestire bene chiudendo avanti sul 50-42. Ultimo quarto in cui la Robur non perde la testa e grazie alla grande intensità difensiva limita gli attacchi di Pedaso che prova ad accorciare il margine dall'arco dei 6.25 senza riuscirci. Prezioso Cunico negli ultimi minuti che ruba un prezioso pallone in attacco ed è freddo dalla lunetta a realizzare i liberi che fissano il punteggio sul 63-52 finale.

"Siamo stati a bravi a vincere contro un'ottima squadra - esordisce il neo arrivato Yancarlos Rodriguez - Siamo andati molto bene in difesa concedendo poco ai nostri avversari. Certo abbiamo ancora da lavorare perchè siamo una squadra in costruzione. Siamo arrivati io e Luca Rossi da poco quindi dobbiamo ancora migliorare sotto alcuni aspetti. Comunque lavoreremo molto in settimana per prepararci al meglio in vista della prossima sfida casalinga contro la capolista Ortona".

Yancarlos è arrivato in settimana ma già si è fatto una prima impressione dell'ambiente trovato, per un cestista come lui molto duttile sul parquet. "Sono arrivato solo venerdì ma ho già avuto un'ottima impressione - precisa il neo acquisto roburino - C'è un ambiente molto positivo dove tutti hanno una grande voglia di lavorare, per cercare di arrivare a fine regular season tra le prime tre del girone. Comunque tendenzialmente preferisco giocare come play - conclude Rodriguez - anche se posso adattarmi senza problemi a giocare nel ruolo di guardia."

ROBUR OSIMO – PALL. PEDASO 63-52 (24-20; 15-13; 11-9; 13-10)

ROBUR OSIMO: Cardinali 2, Quaglia 19, Redolf 15, Rossi 3, Carancini ne, Cunico 9, Bakovic 7, Piloni 2, Rodriguez 6, Belli ne All. Francioni

PALL. PEDASO: Stampatori, Monterubbianesi, Cernivani 5, Conti 21, Carletti 5, Meconi 8, Ferroni, Di Angilla 4, Belleggia, Perini ne All. Camarri

Arbitri: Bertuccioli Nicolò di Pesaro e Bartolini Luca di Fano (PS).

Spettatori: 700 circa


   

da G.S. Robur Basket Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2014 alle 15:20 sul giornale del 11 dicembre 2014 - 388 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, osimo, robur basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/acJE





logoEV
logoEV