utenti online

Castelfidardo: chiusura centro prelievi, Latini fa un'interrogazione in Consiglio Regionale

prelievi ematici 1' di lettura 29/11/2014 - Tocca anche al centro prelievi di Castelfidardo, da un servizio di valenza quotidiana si passa alla chiusura totale del centro. I primi a pagarne le conseguenze saranno come al solito i cittadini che dovranno sobbarcarsi di tutti i disagi che un centro prelievi, prenotazione e riscossione ticket crea nella sua chiusura.

La sanità non perde occasione per dimostrare la sua situazione deficitaria e sta toccando davvero il fondo. La chiusura del punto prelievi va nel solco di una sanità sempre più ad indirizzo privato. I cittadini si vedranno costretti a raggiungere i centri sanitari delle città limitrofe come Osimo o Loreto, caricandosi di costi aggiuntivi per il trasporto, problema aggravato poi dagli anziani, malati o allettati, non potendo, il trasporto pubblico sanitario soddisfare tutte le richieste.

Per queste motivazione che il consigliere regionale Dino Latini ha presentato una interrogazione in consiglio regionale per chiedere all'assessore di competenza di salvaguardare il centro prelievi ed evitare la sua chiusura del centro prelievi.

Siamo di fronte ancora una volta ad una sanità che ragiona solo in termini di bilancio e di tagli secchi senza tener conto dei disservizi che invece crea la chiusura di presidi territoriali, depauperando un territorio già molto provato in ambito sanitario e mettendo fortemente in discussione il diritto alla tutela alla salute del cittadino e della collettività, che invece deve garantire cure gratuite agli indigenti, come sancito dal primo comma dell'32 della nostra Costituzione. Dino Latini


   

da Dino Latini
Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2014 alle 18:35 sul giornale del 01 dicembre 2014 - 763 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/acfM