utenti online

Biscarini (Auser): 'dalle Liste Civiche guerra di religione contro Pugnaloni. Nessun vero interesse per la città'

matteo biscarini 2' di lettura 10/11/2014 - Da parte dei tre coordinatori delle Liste Civiche si è arrivati ad affermazioni che richiedono alcune messe a punto.. Nei quindici anni di governo cittadino le amministrazioni delle Liste Civiche hanno conferito alla Associazione di Promozione Sociale “Noi Anziani” servizi da svolgere per oltre 200 mila euro annuali, mentre alle altre Associazioni di volontariato osimane solo briciole. Con il cambio della Amministrazione si è arrivati ad un riequilibrio.

Apriti cielo! Guerra senza esclusione di colpi contro Auser colpevole di tutti i misfatti possibili e immaginabili, responsabile di aver sottratto una cospicua fetta di galoppini elettorali. In questa fnnata campagna Auser è stata accusata di ogni misfatto. Addirittura i coordinatori sono arrivati ad inventarsi che avrei “effettuato un video contenente le immagini e le voci dei bambini”. Volutamente si confondono foto con video. Nella furia iconoclasta arrivano a scrivere che “Non può essere tollerato che gli adepti di Pugnaloni continuino a vessare in ogni sede chi porta un cognome coinvolto politicamente con noi”. Di cosa si tratta ? Chi è che vessa e chi è vessato? Forse qualcuno che è stato rimandato a svolgere mansioni per le quali era stata assunta senza concorso, forse proprio perché portava e porta “un cognome coinvolto politicamente “ con le liste civiche? E da ultimo vogliamo segnalare uno scritto apparso sull’house organ” di Latini, l’Antenn@; ultimo atto di una campagna iniziata da mesi contro i “traditori”.

L’accusa che viene fatta alla Amministrazione Pugnaloni è quella di: “ aver premiato personaggi assai discutibili come il fidofacente funzioni della Asso Francomagna, o piccioBello o ramazza Gianchy. Aver premiato chi si è venduto la dice lunga sulla qualità e sul livello della nuova amministrazione”. Ecco la concezione della cosa pubblica che viene candidamente confessata. E’ tanto il rodimento che trasuda dalle Liste Civiche che nemmeno si rendono conto di quello che scrivono.

I funzionari comunali che collaborano con la Amministrazione Comunale sono definiti traditori. Addirittura “Venduti”. Dovrebbero, secondo i desideri di Simonetta Antonelli, Donatella Baleani e Roberto Biondini , boicottare, non collaborare. Badate bene, si chiede spudoratamente a pubblici funzionari di intralciare, combattere.

E quelli che fanno il proprio lavoro sono definiti “venduti”, messi alla gogna, insultati, provocati. Ai reggenti le Liste Civiche non interessa la risoluzione dei problemi della città ma il destino politico di quello che definiscono “SUPREMO LATINI”. A questo sacrificano tutto, anche la dignità personale. Ovviamente ognuno è libero di fare la foglia di fico a qualsivoglia operazione politica. A noi sia consentito ricordare l’ autorevole giudizio del Procuratore dott. Paolo Gubinelli che ha scritto in un atto: “ L’Amministrazione Latini si è mossa ai limiti della legge, alcune volte oltre…”


da Matteo Biscarini
presidente associazione Auser di Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2014 alle 18:39 sul giornale del 11 novembre 2014 - 689 letture

In questo articolo si parla di politica, matteo biscarini, auser osimo e piace a Danielag

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/abjv





logoEV
logoEV