utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Osimo-Castelfidardo: prove di intesa fra le due giunte

2' di lettura
605

Incontro tra le due Giunte nell’ottica di trovare una collaborazione proficua e lungimirante per i cittadini di Osimo e Castelfidardo. Deliberata congiuntamente la richiesta di bloccare il taglio ai contributi ADI (assistenza domiciliare integrata) per le case di riposo delle nostre città.

L’impegno richiesto al direttore dell’area vasta 2 Stroppa è mantenere il contributo di 16 euro al giorno e di ripristinare immediatamente le visite geriatriche. A seguire è nato poi il confronto molto costruttivo e produttivo al fine di creare ipotesi di collaborazioni nello svolgimenti di servizi pubblici locali tra i due comuni. Primo fronte il sociale, nell’immediato asili nido e nel futuro la refezione scolastica e contemporaneamente servizio scuolabus e trasporto pubblico locale.

Seconda idea, l’informatizzazione delle P.A. canale da sviluppare, affiancando alle risorse esistenti molto preparate e sempre disponibili (una per ogni comune), validi collaboratori per potenziare il servizio a beneficio dei cittadini ripartendone i costi ulteriori. Intenti simili anche nella costituzione congiunta dell’ufficio Europa, dove il Sindaco di Osimo ha fatto presente che quello della sua città partirà proprio la prossima settimana.

Anche qui con il gioco di squadra ne beneficerebbero tutti, amministratori e cittadini. Pugnaloni poi alla fine ha lanciato un invito ed un augurio al sindaco di Castelfidardo affinchè possa riflettere in tempi non troppo lontani in una partecipazione della sua città nella compagine societaria di Astea spa . Il Sindaco di Osimo ha poi concluso: “E’ auspicabile questa intesa, in un momento di crisi economica dove l’unione fa la forza. Mentre lo stato riduce i trasferimenti agli Enti locali, il nostro scopo è ottimizzare le risorse a disposizione”. Il collega di Castelfidardo Mirco Soprani soddisfatto dice: “Messi i primi tasselli per lavorare davvero in sinergia con i comuni a noi vicini, quando si incomincia a parlare finalmente di area vasta. Fissiamoci delle scadenze e poi verificheremo gli obiettivi raggiunti”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2014 alle 15:38 sul giornale del 25 ottobre 2014 - 605 letture