utenti online

Forte scossa di terremoto, simulazione d'emergenza alla Lega del Filo d'Oro. Una gallery

2' di lettura 06/10/2014 - Intorno alle 10 del 4 ottobre scatta l’emergenza. A seguito di una forte scossa di terremoto che ha interessato la provincia di Ancona, il responsabile della sicurezza della struttura riabilitativa della lega del filo d’oro ad Osimo, decide di attuare il piano di evacuazione e tutte le procedure in esso contenute.

Chiaramente stiamo parlando di un’esercitazione messa in campo dai vari enti preposti al soccorso per testare l’efficienza del piano di una struttura che presenta numerose criticità vista la presenza al suo interno di pazienti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali. Molte delle persone che si trovavano a transitare in quei momenti in località Santo Stefano di Osimo, si saranno chieste cosa fosse successo e sono stati proprio loro a rendersi conto per primi di come la macchina dei soccorsi abbia funzionato.

Dopo una telefonata alla sala operativa 115 venivano inviate sul posto squadre del comando di Ancona e del distaccamento di Osimo e nelle immediate vicinanze della struttura veniva posizionata un unità di comando avanzato dove poter coordinare gli enti in campo. Uomini del nucleo Saf (speleo – alpino – fluviale) con l’ausilio dell’autoscala e di una barella toboga provvedevano al recupero di un paziente impossibilitato alla deambulazione direttamente dal tetto, mentre da un finestrone, con un imbrago di evacuazione, ne veniva tratto in salvo un altro. Una volta a terra venivano consegnati al personale del 118 nelle apposite postazioni di soccorso avanzato.

Il resto dei pazienti, unitamente al personale della struttura venivano aiutati ad uscire all’esterno. Una volta accertato che all’interno di ogni stanza dell’edificio non fosse presente più nessuno, i vigili del fuoco provvedevano anche ad una verifica statica per valutare i danni causati dall’evento sismico all’immobile. In totale 15 le unità vigilfuoco impegnate nelle operazioni. Sul posto anche volontari della protezione civile regionale e comunale, agenti della Polizia Municipale e personale della croce rossa.


da Comando Provinciale Vigili del fuoco - Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-10-2014 alle 21:37 sul giornale del 07 ottobre 2014 - 533 letture

In questo articolo si parla di attualità, pompieri, ancona, Comando Provinciale Vigili del fuoco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0GJ





logoEV
logoEV