utenti online

I carabinieri arrestano due rom con molti alias. Erano evase dai domiciliari a Roma

2' di lettura 05/09/2014 - I carabinieri di Osimo hanno arrestato giovedì sera in zona Sacra Famiglia per il reato di evasione due donne pluripregidudicate di etnia rom Patricija Vasic, croata , 26 anni con a suo carico molteplici alias e soprannomi , e Valentina Jovanovic, 24 anni, domiciliata a Roma presso il campo nomadi, anche lei titolare dui molteplici alias e soprannomi.

Le due rom, condotte in caserma, risultavano sprovviste di documenti d’identità fornendo dapprima generalità incomplete e solo dopo il loro fotosegnalmento ed i rilievi dattiloscopici, proprio attraverso le impronte digitali sono state identificate, scoprendo essere pluripregiudicate con reati specifici contro il patrimonio (furti, rapine, lesioni, danneggiamenti, falso ed altro), con svariate false identità e alias, già sottoposte entrambe agli arresti domiciliari a Roma, da dove erano evase e ricercate dalle Forze di Polizia. Pertanto, in considerazione di quanto acquisito, le due rom sono state arrestate.

Dopo ulteriori a accertamenti, sono emerse 2 ordinanze di carcerazione per il reato di tentato furto aggravato in concorso commesso a Roma il 18 marzo 2014, con condanna alla pena principale per la reclusione e l’espiazione di 8 mesi oltre al recupero della pena pecuniari 400 euro, per la Vasic; e per il reato di uso di atto falso, false dichiarazioni sull’identità o su qualità personali proprie o di altri commesso a Trento nel settembre del 2007 , epoca in cui l’arrestata era minorenne, con condanna alla pena principale per la reclusione e l’espiazione di 5 mesi, per la Jovanovic.

Nel corso dell’udienza per il rito direttissimo presso il Tribunale di Ancona, veniva convalidato l’arresto e su richiesta della difesa, a carico delle due rom veniva concesso il rito abbreviato che si concludeva con le seguenti condanne: Patricija Vasic , condannata ad 1 anno e 4 mesi di reclusione, con concessione della detenzione domiciliare da espiare a Roma presso il proprio domicilio al campo rom capitolino, previa traduzione da parte dei Carabinieri di Osimo; Valentina Jovanovic, condannata ad 1 anni e 11 mesi di reclusione, disponendo, al termine del rito direttissimo, la traduzione e reclusione presso la Casa Circondariale di Pesaro – Villa Fastiggi.








Questo è un articolo pubblicato il 05-09-2014 alle 18:14 sul giornale del 06 settembre 2014 - 1398 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9nc