utenti online

Ancona: arrestato rapinatore seriale. Rapinò anche una osimana

Giorgio Di Munno, Capo Squadra Mobile di Ancona 1' di lettura 03/09/2014 - In sella ad una lambretta agiva indistrurabato da oltre un mese, ma l'uomo non aveva fatto i conti con la Squadra Mobile di Ancona. Pizzicato sul fatto ad Osimo ed arrestato poco dopo ad Ancona.

Lo scorso 26 agosto si è chiuso finalmente il cerchio, grazie alla Mobile condotta da Giorgio di Munno, che ha portato all'arresto del rapinatore seriale ad Ancona e limitrofi.

E poi la lambretta rubata trovata al Piano e l'inseguimento fino ad Osimo che rivelava l'autore di numerosi misfatti commessi e questa volta in particolare che l'uomo, Giovanni Zimmardi 40enne originario della Sicilia, veniva 'pizzicato' in flagranza di reato proprio mentre rapinava un'anziana signora osimana. E' qui che scatta il pericoloso inseguimento fino ad Ancona dove gli uomini della Mobile dorica lo hanno bloccato per poi arrestarlo.

Il 40enne palermitano che aveva colpito diverse volte nell'anconetano selezionava accuratamente le sue vittime: tutte signore e soprattutto anziane. In poco tempo dagli inizi di agosto aveva compiuto già tre rapine due ad Ancona, una all'Inrca ed una in via Gigli e l'altra ad Osimo dove è stato poi scoperto. Nè manca un tentativo di rapina il 18 agosto scorso, sempre ad Ancona, nella Coal di piazzale Loreto.

Per lui nulla da fare grazie alla testimonianza delle vittime. Ora, dopo l'attività di indagine coordinata dal Pm Farneti e su disposizione del Gip Cimini, si trova in custodia cautelare in carcere e dovrà rispondere oltre che di rapina e tentata rapina anche di ricettazione.








Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2014 alle 16:24 sul giornale del 04 settembre 2014 - 800 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, giorgio di munno, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, Capo Squadra Mobile di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9gz