utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Con la nascita A.M.A Onlus si apre una prospettiva per l'ex ospedale Muzio Gallo

3' di lettura
3088

In data 25 giugno 2014 si è costituita l’Associazione di volontariato “A.M.A. Onlus - Accoglienza Maria Addolorata Onlus”, ispirata ai principi cristiani della carità, della condivisione e della solidarietà, al fine di operare per la promozione della pace e la difesa dei diritti umani.

Accoglierà fanciulli e adolescenti disagiati e/o emarginati da 0 a 25 anni in apposite strutture, tra le quali individua l’ex Ospedale Muzio Gallo (ex Smom), grandissima risorsa per la comunità, così come predisposto da relativo atto di donazione della contessa Ida Fregonara, moglie del compianto conte Muzio Gallo.

Per lo stesso saranno avviate le richieste di custodia alla Regione che, nonostante i diversi tentativi di destinazioni sperimentate negli anni, ha riscontrato per lo stesso un’impossibilità di definire una corretta conclusione, come da pubblica informazione. A diritto, tra i soci fondatori, Pier Stefano Gallo, discendente della benefattrice contessa Ida. Da anni in attesa di vedere recuperato e valorizzato l’immobile come da volontà del lascito familiare e amareggiato di subire il degrado che non onora la memoria e la bontà d’animo della donante, aggiunge: “L’ex ospedale Muzio Gallo non è che una fra le innumerevoli opere di lascito fortemente desiderate dalla mia prozia a favore di quanti necessitano di sostegno e aiuto.

In uno stato di bisogno come quello in cui riversa oggi la comunità, sapere che quanto predisposto dalla mia prozia potrebbe dare risposta e concretezza ad una richiesta quotidiana mi riempie il cuore di gioia. Mi auguro solo che quanto prima si possa giungere alla meritata valorizzazione dell’edificio secondo quanto disposto dalla volontà della donante e che finalmente si trovi una via d’uscita a tutte quelle difficoltà che ad oggi non hanno permesso a tante persone di beneficiare di un atto d’amore.” Con Pier Stefano Gallo, altri dodici Soci Fondatori impegnati nel progetto dell’opera di accoglienza per minori e adolescenti:

Monica Santoni educatrice

Daniele Bernardini dottore

Fausto Bonavita ingegnere

Marco Sorrisi architetto

Luciano Ghergo imprenditore

Stefano Gallo imprenditore

Andrea Alfieri dipendente pubblico

Manuel Betti artigiano

Giovanni Gentilini autista

Matteo Sabbatini studente

Andrea Vignini avvocato

Annalisa Pagliarecci impiegata statale

Manuela Petrizzi segretaria d’azienda

Non poco distante da loro e nella sua casa, Donatella Cenci, per volere della Santissima Madre Maria, riunisce tutti i soci suggerendo le linee guida per lo sviluppo del progetto, che oggi prende vita e che la donna segue con amore e premura. Richiamati singolarmente dalla notizia del dono delle locuzioni interiori ricevuto da Donatella, manifestazione divina attraverso la quale la Mamma Celeste parla nei cuori degli uomini per dar voce al suo desiderio di amore nel mondo, ricevuto a seguito del tragico incidente in cui persero la vita gli indimenticabili e amati figlio Kristian e nipote Michael e di cui Donatella ad oggi conserva più di 900 scritti.

Tre di essi sono sta consegnati al Santo Padre Francesco in Vaticano in udienza del 14 maggio 2014 (l’annuncio è stato anche già registrato dall’emittente televisiva RAI CINEMA), i Soci Fondatori proseguono con ancora più senso di responsabilità e di attenzione la missione di sostenere il diritto alla vita, operando nell’accoglienza, nel recupero, nel supporto, nella prevenzione del rischio, nell’erogazione di interventi socio-educativi per minori, adolescenti e giovani, per lo sviluppo armonioso della personalità, in uno stato di diritto e di necessità, di amore e comprensione.


ARGOMENTI

da Accoglienza Maria Addolorata Onlus  




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2014 alle 16:03 sul giornale del 27 giugno 2014 - 3088 letture