utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Loreto: bersaglieri fidardensi e lauretani in Piemonte per un raduno

2' di lettura
574

Appresa la notizia che la sezione bersaglieri di Castellazzo Bormida, nella persona del presidente Bers. Silvano Magarotto, stava per ospitare sabato 7 giugno, una delle nostre fanfare marchigiane , quella degli amici di Ascoli Piceno, non ci abbiamo pensato più di tanto nell’ avvertire della nostra presenza, con il Labaro del 26° Battaglione di Castelfidardo, oggi parte integrante della sezione lauretana alla quale è confluito anni fa.

Mentre una nostra rappresentanza viaggiava in pullman per raggiungere Asti portando il Labaro della Sezione “Ten. G. Sguerso MoVn “, insieme al Bersagliere Tontarelli Pasquale di Castelfidardo, siamo partiti sabato 7 di mattina presto alla volta di Castellazzo. Grande è stata l’accoglienza a tutti noi: la Fanfara di Ascoli era ben scortata da famigliari e bersaglieri Ascolani, noi due che rappresentavamo la Sezione di Loreto ci siamo uniti a loro e abbiamo condiviso il programma già concordato con il Presidente della Sezione Silvano Magarotto.

Alle 17, siamo stati ricevuti in Comune dal Sindaco e dalla giunta in forma ufficiale e, dopo i saluti di rito, con la Fanfara di Ascoli Piceno che ha suonato il nostro Inno Nazionale in modo impeccabile, anche noi della Sezione abbiamo portato i saluti di Loreto consegnando allo stesso Sindaco, al Maresciallo della locale Stazione dei Carabinieri, al Presidente della Sezione Bersaglieri , degli omaggi allo scopo fornitici dal Presidente delle Opere Laiche Lauretane – Casa Hermes al fine di far conoscere la nostra realtà locale, le nostre origini, la nostra storia .

Con la deposizione delle corone al monumento del caduti della cittadina di Castellazzo, si è conclusa la prima parte del programma in attesa della programmata cena “cremisi”, avvenuta grazie ad un loro bersagliere “ di professione macellaio “ che ha finemente imbandito, a casa sua, una tavolata per una ottantina di persone. ( tutta la Fanfara di Ascoli Piceno con il suo seguito, una rappresentanza del Comune di Castellazzo , una rappresentanza degli Alpini e noi due della Sezione di Loreto)

Il concerto della sera, con l’intero paese riunito ad ascoltare ed applaudire alla conclusione di ogni pezzo magistralmente eseguito dai fanfaroni Ascolani sotto la guida attenta del maestro/capo fanfara Olori Alessandro, ha concluso la prima giornata del programma al Raduno Nazionale di Asti….siamo andati tutti abbastanza presto a letto: l’indomani mattina ci aspettava un bel più’ serrato impegno …… la sfilata con la corsa finale…se non ci fosse la passione e l’attacamento alle “ fiamme cremisi “ verrebbe voglia di soprassedere per tutte le fatiche che comporta: ma per noi bersaglieri non è così, “bersaglieri si nasce, non si diventa”.


ARGOMENTI

da Associazione Bersaglieri Lauretana 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2014 alle 17:11 sul giornale del 16 giugno 2014 - 574 letture