utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Forza Osimo (C.D.O.): 'in città prevalsa indifferenza e voglia di mare. Noi pronti a ripartire'

2' di lettura
703

Forza Osimo CdO è un contenitore politico che ha sempre avuto l’aspirazione di raccogliere l’espressione di voto dei cittadini di centro-destra, in molti al primo turno (1.297 pari al 6,74 % ) si sono riconosciuti in questo progetto politico e cogliamo l’occasione per ringraziarli tutti; la nostra Lista Civica si gioca infatti la medaglia d’argento con 26 voti di differenza per il secondo posto con Patto Sociale per Osimo.

Quello che è mancato sin dall’inizio è stato l’appoggio politico incondizionato, visibile e individuabile di alcune segreterie dei partiti, inteso come chiara e definita scelta di campo, che invece si sono dimostrate ondivaghe e in taluni casi silenti, tutti tranne NCD, Lega e Destra..

Il risultato del voto negativo per le liste civiche, ha comunque portato in superficie alcuni riscontri che vanno letti in chiave positiva. Alcuni candidati/e hanno meritato la loro sconfitta e per quando gli animi si saranno placati, ci si auspica una resa dei conti, affinché possa prevalere il rinnovamento e l’unità con una maggior intesa sui programmi elettorali e accordi sulle donne e gli uomini da candidare nel futuro.
Ricostruire e rinnovare sono quindi degli imperativi, perché chi ha idee chiare e nette, merita di fare, mentre chi sta nel limbo paludoso per scelta o incapacità non deve costituire una costrizione e un vincolo per gli altri.

Ad Osimo ha vinto l’indifferenza e la voglia di andare al mare. Forza Osimo CdO, che ha conquisto un seggio farà un opposizione responsabile, consapevole , appropriata ed attenta ai fabbisogni della città, ma sta già pianificando dei progetti futuri per scenari innovativi e unitari , saprà quindi andare oltre e riprenderà in mano il timone della città di Osimo. Per noi di Forza Osimo CdO infatti il futuro è già oggi.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2014 alle 18:04 sul giornale del 12 giugno 2014 - 703 letture