utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: 'su smantellamento ospedale Osimo, Latini ha contribuito con assenze o voti a favore in Regione'

3' di lettura
1062

Venerdì 23 maggio 2014. Ore 23.45. Mancano 15 minuti al silenzio elettorale. Una nostra attivista intenta a studiare in casa, viene distratta dall’inconfondibile rumore dello sportellino della cassetta della posta. Si domanda chi potrà mai essere a quell’ora.

Decide di verificare. Apre la porta di casa, e poi la cassetta della posta. La risposta è presto data: un volantino fotocopiato riporta una serie di (presunte) smentite da parte del candidato sindaco Dino Latini agli attacchi ricevuti dal Movimento 5 Stelle sul suo operato politico.

Il giorno dopo tutta Osimo si trova tappezzata da questo volantino. Che dire? Il Dino(sauro) si è trasformato in un altro animale mitologico: il vecchio volpone della politica. Infatti, con un’audacia che non possiamo non condividere, (s)mentisce sapendo di (s)mentire senza dare possibilità di replica ai propri avversari politici, a causa del silenzio elettorale. Bella mossa, e soprattutto molto audace! Gentile Dino Latini, ora il silenzio elettorale è finito e così ci prendiamo la briga di risponderle.

Siccome gli argomenti sono diversi, iniziamo con la sua presunta difesa dell’ospedale di Osimo per poi dedicare le prossime puntate alle altre frottole che ha cercato di dare a bere ai cittadini osimani. Per spiegare ai nostri concittadini come stanno i fatti, dobbiamo risalire al 2011, (molta acqua è passata sotto i ponti nel frattempo): il voto contrario da Lei ostentato nel volantino riguarda un atto di indirizzo amministrativo (il Piano Sanitario Regionale) che obbliga la Giunta Regionale ad adeguarsi al numero di posti letto previsto dalla direttiva ministeriale.

Per chi non lo sapesse, un atto di questo tipo definisce genericamente obiettivi, priorità e programmi in ambito sanitario, lasciando ai dirigenti (nello specifico il Dott. Ciccarelli, Direttore ASUR, la “mente” del modello di “Reti Cliniche” delle Marche) il compito di tradurre queste linee generali in scelte operative. Di fatto, quindi, il Piano Sanitario Regionale non è un atto esecutivo, e tra l’altro non c’è nessun provvedimento pratico che riguarda l’Ospedale di Osimo.

Il suo voto contrario a questo documento quindi non difende proprio niente, perché non ha niente a che fare con lo smantellamento dell’Ospedale. Perciò, gentile Latini, Lei ha votato contro il principio generico (consapevole che la maggioranza a favore dell’atto di indirizzo sarebbe stata schiacciante anche senza il suo voticino) per salvare le apparenze. Ma andiamo invece alla sostanza.

Le scelte strategiche generali di un Piano Sanitario infatti, devono poi essere concretizzate in leggi. E allora vediamo come si è comportato Lei, nei confronti di queste leggi. Attualmente vigono due Leggi Regionali riguardanti la sanità: una è stata votata il 18 settembre del 2012 . Come ha votato Lei, “pala”Dino osimano? Risposta: con la maggioranza PD!!!!!!!!

La seconda Legge Regionale riguarda la riorganizzazione dell’Emergenza sanitaria (ricordiamo che la proposta di legge prevedeva lo spostamento dell’automedica da Osimo a Loreto per 12 ore al giorno): il nostro “audace” si è eretto a “pala”Dino difensore di Osimo con magnifiche vele 6×3 che promettevano un voto contrario. Poi però quando c’è stato da votare, l’”audace” Latini era ASSENTE e quindi NON ha difeso con un voto contrario la posizione dei cittadini osimani.

Quindi con quale faccia Lei viene a dire a noi del M5S che insultiamo l’intelligenza degli osimani, quando è Lei quello che lo fa da sempre?! Allora gentile candidato sindaco, la sua audace difesa dell’Ospedale, provi a spiegarla agli osimani in questi giorni prima del ballottaggio, senza nascondersi da vecchio volpone dietro il “non ci siamo mai confrontati con gli altri” e senza usare mezzucci come il volantino distribuito audacemente la notte prima del silenzio elettorale che non lascia spazio alla replica. Alla fine dei conti, comunque vada, ha fatto proprio la sua bella figura.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2014 alle 23:22 sul giornale del 03 giugno 2014 - 1062 letture