utenti online

M5S: 'senza di noi Osimo e Valmusone Death Valley delle Marche

3' di lettura 21/05/2014 - Grazie alla sua importanza storica, Osimo è stata sempre una piccola Ancona, un punto di riferimento per i Comuni della Val Musone, poiché ad Osimo erano concentrati diversi servizi fondamentali per l’intera area territoriale. Un vanto.

Poi la nostra Città ha iniziato a perdere importanza sempre più, basti pensare al progressivo smantellamento dell’Ospedale pubblico SS. Benvenuto e Rocco, alla perdita del Giudice di Pace, e a quella imminente del Commissariato di Polizia che il M5S sta cercando di scongiurare con un’interrogazione parlamentare della deputata jesina Donatella Agostinelli al Ministero dell’Interno.

Tutto ciò è imputabile ai disegni politici del PD regionale/nazionale (e purtroppo anche comunale, dato che i livelli superiori del partito così hanno stabilito), ma anche all’isolamento delle Liste Civiche Civetta di Dino Latini, letteralmente chiuse su se stesse, che governano Osimo da 15 lunghi anni. Queste infatti, essendo totalmente scollegate dal contesto politico circostante, non hanno potuto (voluto?) fare niente per fermare questa desertificazione.

Come tutti sappiamo, poi, Dino Latini ha letteralmente sprecato la sua elezione a consigliere regionale, grazie alla quale poteva dare forza alla voce degli osimani in Regione, invece di abbandonare la sua città in questa situazione di progressivo degrado di cui è corresponsabile. Per questo votare di nuovo le Liste Civiche significa condannare Osimo ad un peggiore ulteriore isolamento politico, con presumibile perdita di altri servizi a scapito della cittadinanza.

La nostra città e la Valmusone potrebbero diventare una sorta di Death Valley delle Marche, letteralmente una zona di serie B. Con il Movimento 5 Stelle Osimo farebbe invece un salto di qualità per quanto riguarda la politica intercomunale, regionale, nazionale ed europea. A livello intercomunale collaboriamo continuamente con i gruppi del M5S della Provincia di Ancona e della Valmusone, basti pensare alle iniziative coordinate contro lo scempio delle grandi centrali a biogas/biomasse, di quelle a favore dell’acqua pubblica, della trasparenza in ASTEA, e quella per portare la strategia “Rifiuti Zero” nella nostra Provincia.

Il prossimo anno ci sono le elezione regionali. Secondo i sondaggi attuali e i risultati delle elezioni politiche del 2013, il M5S è la prima forza politica delle Marche, perciò è sicuro che dal 2015 gli osimani avranno rappresentanza diretta anche in Regione. Il M5S ha deputati e senatori. Tramite la nostra parlamentare Donatella Agostinelli, come detto, già oggi stiamo facendo qualcosa direttamente per Osimo, con l’interrogazione parlamentare sulla chiusura del Commissariato di Polizia.

Dal mese di maggio entreremo nel Parlamento europeo. Certo, anche il PD è rappresentato in questi ambiti, ma come abbiamo detto sopra, è proprio questo partito che sta affossando Osimo tra l’indifferenza/impotenza complice delle Liste Civiche Civetta e di Simone Pugnaloni. Cari concittadini, votare il Movimento 5 Stelle è un’opportunità per tirare fuori la Città di Osimo dal fango in cui è sprofondata e riportarla – è proprio il caso di dirlo – alle stelle.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2014 alle 21:40 sul giornale del 22 maggio 2014 - 1426 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/4Cc





logoEV
logoEV