utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Loreto: le celebrazioni per il 69° Anniversario della Liberazione d’Italia

2' di lettura
1212

Si sono svolte ieri mattina a Loreto le celebrazioni organizzate dall’Amministrazione Comunale per commemorare il 69° anniversario della Liberazione d’Italia. Bambini, studenti, reduci, autorità e rappresentanti delle varie associazioni combattentistiche e d’Arma si sono ritrovati a Porta Marina per poi recarsi al cimitero di Guerra polacco, dove riposano oltre 1.112 soldati del Corpo d’Armata del generale Anders che contribuì alla liberazione del nostro Paese.

Da qui il corteo, accompagnato dalla Banda Città di Loreto, si è diretto prima verso il Parco della Rimembranza e poi verso Piazza Garibaldi dove i componenti del consiglio comunale dei ragazzi hanno letto alcune riflessioni sulla giornata.

“Il 25 aprile - ha detto il minisindaco Michelangelo Alessandrini Socci – rappresenta un giorno molto importante per la giovane Repubblica Italiana e segna una svolta storica per il nostro paese. Noi alunni del consiglio comunale dei ragazzi siamo qui per commemorare la liberazione della nostra amata terra italiana dalla violenza e dalla sopraffazione.

Vogliamo ringraziare l’Amministrazione comunale, l’assessore alla Pubblica Istruzione, e la nostra dirigente scolastica, prof.ssa Milena Brandoni, per averci invitato a vivere questo momento così significativo. Oggi festeggiamo la riconquista della libertà ma insieme alla gioia c’è anche la commozione per coloro che, per farci questo dono, hanno perso la vita.

Credo che in questo periodo di crisi sia importante ricordare il sacrificio e il coraggio di uomini e donne che non persero la speranza e non smisero mai di combattere. Il nostro compito è quello di saper guardare con speranza al futuro ricordando il passato, per fare in modo che certe cose non accadano più”.

Il sindaco di Loreto Paolo Niccoletti, nel suo intervento ha ringraziato i giovani studenti “per aver sottolineato il fatto che alla base della democrazia ci sia il rispetto della dignità dell’uomo, dei suoi diritti e dei suoi doveri” e ha rivolto un caloroso ringraziamento ai reduci loretani presenti alla manifestazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2014 alle 16:00 sul giornale del 26 aprile 2014 - 1212 letture