utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Lettera al sindaco di commercianti e associazioni:'affidateci il cinema Concerto'

4' di lettura
1555

I sottoscritti firmatari del documento, alla luce dello stato di abbandono in cui versa da cinque anni il cinema Concerto, chiedono che venga loro affidato per poter riportare a nuova vita la struttura ed offrire alla cittadinanza un luogo polivalente dove rinnovare il senso della comunità.

Ogni città è il frutto di una storia e di una crescita continua, dove l’interazione tra il comportamento umano e gli spazi è costante ed imprescindibile e la trasformazione dell’uno in funzione degli altri è continua all’interno di un processo circolare. La città si costituisce non solo di spazi, ma di luoghi – luoghi che si realizzano nella frequentazione, nella loro storia, nelle relazioni umane e nella storia dei queste relazioni, quindi identitari.

Un luogo abbandonato (il cinema Concerto) perde il suo status identitario, relazionale e storico; diviene spazio anonimo a cui l’uomo si è ormai quasi assuefatto. Poiché l’economia mondiale è in crisi ed è ormai diffusa la consapevolezza dell’esauribilità delle risorse, è oggi proprio l'economia delle risorse ad essere fondamentale per il governo dello spazio urbano. Nell’economia della riqualificazione dello spazio urbano, la risorsa umana, cioè la volontà dei cittadini a costruire per sé e per la comunità di appartenenza un ambiente di vita migliore, è la principale risorsa disponibile a livello locale: capitale sociale da non dissipare e da valorizzare. La scarsità di risorse pubbliche penalizza la dimensione dei servizi.

Quindi è molto utile che l’ente pubblico si renda conto che ha risorse da socializzare: gli spazi, che se ben utilizzati servono a ricreare comunità. Il problema delle città è che gli spazi vuoti producono caduta delle relazioni, quindi è giusto coinvolgere i giovani, le competenze, le esperienze, le conoscenze, le volontà i e il volontariato per farli vivere e creare comunità. La pratica di riuso sociale dovrebbe entrare a far parte dell’agenda e delle previsioni delle politiche pubbliche di Osimo. Da un punto di vista prettamente giuridico riteniamo che le Amministrazioni pubbliche, proprietarie e/o custodi dei beni pubblici, hanno un’ ulteriore responsabilità rispetto al proprietario soggetto privato, che ne risponde per i danni cagionati e la rovina del bene stesso, quale quella di garantire la funzione sociale e l'accessibilità ai beni da parte di tutti i cittadini.

Preciso obbligo dell'Ente è quindi la conservazione e la corretta gestione del bene pubblico, evitandone il degrado e la perdita di valore economico, al fine di permettere ai cittadini la fruizione comune nonché la valorizzazione del patrimonio pubblico. A tale scopo potrebbero attuarsi percorsi di collaborazione sociale tra la cittadinanza e il soggetto pubblico che andrebbero ad integrare ed ottimizzare l'offerta dei servizi pubblici proponendo una concreta risposta ai bisogni collettivi.

Noi, associazioni e singoli, ci proponiamo i seguenti obiettivi da realizzare:

• Concerto/Casa delle arti e delle culture. Le tante realtà associative del territorio potranno trovare un luogo dove incontrarsi, provare e presentare le proprie attività.

• Attivazione di corsi; laboratori; cicli di film per famiglie, giovani, cinefili.

• Attivazione di una programmazione originale di cultura e d’intrattenimento. Con la ri-appropriazione degli spazi si allestirà un calendario ad hoc per lo svolgimento di concerti, dj’s set, mostre artistiche, performance teatrali, rassegne cinematografiche. Il centro della nostra città custodisce uno scrigno che opportunamente rivitalizzato potrà costituire un volàno per un’ulteriore valorizzazione della storia, della cultura e della vivacità cittadina.

Noi ci proponiamo per concretizzare questa opzione; in alternativa si può lasciar chiuso il cinema, invenduto dopo 3 tentativi, e lasciarlo degradare in silenzio. Certi che la nostra proposta, valida e soprattutto sostenibile, sarà obiettivamente presa in considerazione, porgiamo cordiali saluti.

Osimo, 18 aprile 2014

Firmatari

Associazioni

Ilcieloinunadanza

Specchi Sonori

Gruppo di acquisto solidale di Osimo

OGV Cantieri di Pace

ConcertAzione

Teatro a Sudest

#salviamolastoriadiosimo

Un caldo abbraccio A.p.s.

Lilliput Osimoambiente

SNOQ Osimo

CNA Osimo

Ass. Cult. Centro Olistico La Mucciolina

M.A.C Manifestazioni Artistiche Contemporanee

Attività commerciali

Verdetà Pizzi e merletti

La tenda

Fontemagna viaggi

La nuvola

Foto effe

La porta dei mondi

La bomboniera

Lecca lecca

Verdeluna

Kanal 32 Pop store s.rl.

Mary Flower

Tabaccheria moschini

Paolucci macelleria

Graciotti gioielli

Angela shoes

Antonella moda & accessori

Gioielleria Gabrielli

Fioreria Franca

Cartoleria Colonnelli

Silicon bar

Il mercante di storie

Desideri Patrizia profumerie

Le delizie del vicolo

Punk moda

Tuttofresco

Pasticceria Ridolfi

Gustibus

Kokogena

Herbula

La Piramide



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2014 alle 10:57 sul giornale del 23 aprile 2014 - 1555 letture