utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ECONOMIA
comunicato stampa

Castelfidardo: nei locali della Somacis inontro C.A.M-Confindistria

2' di lettura
662

Si è svolto Giovedì 10 Aprile presso la sede SOMACIS di Castelfidardo un evento particolarmente significativo per il CAM e il Polo Tecnologico: l’incontro “storico” tra il Presidente di Confindustria Ancona Claudio Schiavoni e gli Imprenditori del Polo guidati dal Presidente Marco Scalmati.

L’importante confronto, auspicato da tempo da entrambe le parti e avvenuto in un momento cruciale e innovativo dell’associazionismo d’impresa, ha evidenziato la funzione del CAM come Sistema di Imprese fortemente identitario che permette un utile e costante confronto tra Imprenditori, garantisce l’ascolto e traduce in attività concrete i bisogni e le esigenze più attuali e sentite delle Imprese.

Si è sottolineata la vocazione “territoriale” e storica del Consorzio, che vuole essere appunto specchio e interprete di un Territorio che ha una sua peculiare identità economico-produttiva di tipo plurisettoriale di grande vivacità e qualità, che però a livello provinciale fa fatica ad avere una rappresentanza adeguata, una capacità autorevole di interlocuzione e di partecipazione a scelte di politica economica o di rilevanza istituzionale, al pari di altri territori della provincia di Ancona.

Di particolare valenza, inoltre, il ruolo che sta svolgendo con notevole efficacia il Polo Tecnologico Produttivo Integrato, strumento operativo del CAM, in merito all’offerta di una rete di servizi, di messa a disposizione delle Imprese di operatori qualificati Esperti in percorsi di internazionalizzazione e di ottimizzazione dei processi di produzione, di stimoli all’Innovazione Tecnologica e alla promozione di iniziative e progetti di Aggregazione tra filiere di Imprese. Il Presidente Scalmati ha sostenuto che la presenza attiva di questa realtà associativa delle Imprese del Territorio costituisce un valore aggiunto per rappresentare direttamente e spontaneamente esigenze e bisogni dell’economia, della produzione e del lavoro locale: è questo il motivo per cui si chiede a Confindustria Ancona una modalità utile di coordinamento, di collaborazione, di integrazione programmatica nella realizzazione di intenti comuni, mantenendo distinte identità e ruoli.

Un dialogo franco tra CAM e Confindustria - ha riconosciuto il Presidente Schiavoni - potrà garantire un confronto reciprocamente efficace sulle problematiche del territorio, permettere a Confindustria di rappresentare adeguatamente le istanze locali, in una visione più ampia e inclusiva, e di estendere a tutti i territori le opportunità di promozione della innovazione e della ricerca, le capacità di interlocuzione e il concerto con le Istituzioni. Questo incontro rappresenta un primo passo in direzione di una legittimazione delle funzioni svolte dal CAM e dal Polo e di una valorizzazione del ruolo di rappresentanza e di politica industriale, così efficacemente svolto dall’attuale Presidenza di Confindustria Ancona, come riconosciuto unanimemente dagli Imprenditori del CAM.


ARGOMENTI

da  Consorzio Valli dell'Aspio e del Musone 


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2014 alle 16:33 sul giornale del 17 aprile 2014 - 662 letture