utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ECONOMIA
comunicato stampa

Roal: mobilità per 41 dipendenti in cambio di 3 milioni di investimenti. L'assessore Luchetti: 'soluzione equilibrata'

2' di lettura
1002

“Una soluzione positiva, che soddisfa le esigenze delle parti, anche se prevede, nel corso dei prossimi due anni, la mobilità per 41 lavoratori, compensata dall’impegno aziendale a effettuare oltre 3 milioni di investimenti per rilanciare l’attività produttiva.

Dopo ripetuti incontri, si è raggiunto un buon accordo che, oltre all’incentivo, garantisce, tra l’altro, ai lavoratori, 28 mesi di Cassa integrazione”. Lo afferma l’assessore regionale la Lavoro, Marco Luchetti, a commento dell’intesa raggiunta sulla vertenza Roal Electronics di Castelfidardo, con la firma dell’accordo avvenuta nella tarda serata di giovedì 3 aprile, presso la sede della Giunta regionale. La Società, che opera nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di alimentatori elettronici, si trova in una situazione di difficoltà dal 2011, a seguito della globalizzazione dei mercati.

L’accordo raggiunto disciplina le concessioni della Cassa integrazione (Cig) in deroga e di quella straordinaria (Cigs), la mobilità incentivata per 41 lavoratori (che potranno essere licenziati nel corso o al termine del periodo di Cassa integrazione in deroga o straordinaria per riorganizzazione), il Piano industriale e gli investimenti. La validità dell’intesa è subordinata alla conferma dell’attuale Cigs per crisi e alla sottoscrizione – entro l’8 aprile 2014 – del verbale di conciliazione da parte di almeno 41 lavoratori.

La Regione Marche si rende disponibile a riconoscere alla Roal la Cig in deroga per il periodo 15 aprile – 17 agosto 2014, attingendo dalla copertura finanziaria che verrà assegnata dallo Stato per l’anno corrente. Questo perché l’azienda, al momento, non può operare gli investimenti necessari per poter richiedere i 24 mesi di Cigs per la riorganizzazione. Ammortizzatore sociale che verrà invece richiesto dalla Roal dal 18 agosto 2014 al 17 agosto 2016 per tutti i 143 lavoratori attualmente in forza.

La mobilità, come detto, riguarda 41 dipendenti: per quelli che non si opporranno al licenziamento scatterà un incentivo composto da due voci: una fissa (19 mila euro lordi) e una variabile (da 2 mila a 5 mila euro lordi) in funzione del livello contrattuale di inquadramento. Il Piano industriale aziendale prevede, per il prossimo biennio, 2 milioni di capitalizzazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, oltre a 1,2 milioni di investimenti per la ricerca tecnologica e il rafforzamento del marketing sul mercato europeo e nord americano.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2014 alle 17:32 sul giornale del 05 aprile 2014 - 1002 letture