Sicurezza in rete: partecipato l'incontro con in genitori promosso dal Comune alle grotte del cantinone

2' di lettura 31/03/2014 - Resta sempre alto in città l'interesse per le tematiche sociali, ieri pomeriggio un nutrito numero di genitori ha partecipato all'incontro sulla sicurezza in rete nella sala conferenze delle Grotte del Cantinone. Il Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Osimo Raffaele Conforti ha introdotto l'argomento evidenziando quanto la rete negli ultimi anni sia diventata un mezzo per organizzare reati di qualsiasi tipo.

Nelle indagini effettuate dalla Procura di Ancona infatti si evidenzia che i social network vengono utilizzati anche per secondi fini. Navigando si può incorrere facilmente in siti con immagini e testi poco adatti, ma il pericolo maggiore viene i dalla posta elettronica, dalle chat e da Facebook: personaggi con cattive intenzioni si infiltrano infatti nelle chiacchiere dei bambini, a volte fingendo di avere la loro stessa età e cercando, con cautela e pazienza, di trovare il modo di incontrarli, magari con la scusa di uno scambio di figurine.

L'analista forense Luca Russo, ha invitato i genitori ad essere più presenti perché talvolta la solitudine spinge i ragazzi a frequentare maggiormente il mondo virtuale evitando il confronto diretto con i propri coetanei. In questo modo perdono la sicurezza in se stessi e la corretta comprensione dei pericoli reali. Al di là del classico elenco dei rischi in cui possono incorrere le giovani generazioni è bene che i figli possano contare su amicizie vere.

I genitori possono aiutarli a capire su quali coetanei poter fare affidamento in modo da stringere un rapporto di amicizia che possa durare negli anni. Il sindaco Stefano Simoncini ha ricordato come i bambini siano pieni di risorse nel maneggiare la maggior parte dei servizi online, come ad esempio siti dedicati al social network e telefoni cellulari - tuttavia si tende a sottovalutare i pericoli nascosti legati all'uso di questi strumenti, dal cyberbullismo all'adescamento online.

"Incontri di questo tipo - ha aggiunto il primo cittadino - servono ad aumentare tra gli stessi ragazzi ed i loro genitori la consapevolezza dei rischi che corrono e a migliorare gli strumenti per la protezione dei minori. Per questo ringrazio le forze dell'ordine per la sensibilità dimostrata e per l'impegno quotidiano che svolgono a tutela dei nostri ragazzi, e il dott. Russo che ha colto il mio invito sensibilizzando i genitori osimani verso un uso più attento delle nuove tecnologie, risorse importantissime che però a volte nascondono rischi da non sottovalutare". Il prossimo incontro che vedrà la partecipazione degli studenti delle scuole secondarie di primo grado è in programma mercoledì 2 Aprile alle ore 9.00 presso il teatro La Nuova Fenice.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2014 alle 17:20 sul giornale del 01 aprile 2014 - 557 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, Comune di Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1L0





logoEV