utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'

Judo: i giovanissimi del Sakura alla prova del Millenium di Pesaro

2' di lettura
1207

Domenica 23 marzo 2014 si è svolta a Pesaro la XXXIV edizione del “Millennium Judo”, una manifestazione dedicata ai preagonisti delle classi Bambini (2009/2008/2007), Fanciulli (2006/2005), Ragazzi (2004/2003), che è ormai diventata una tappa tradizionale nel calendario dell’attività giovanile regionale.

I ventidue portacolori del Judo Club Sakura Osimo ASD, nel complesso, hanno dato vita ad una buona prestazione, anche se alcuni (soprattutto i più grandi) hanno combattuto al di sotto delle proprie capacità. Prova un po’ sotto tono e gradino più basso del podio per Lorenzo D’Andreis (Rag -50 kg), Federico Gismondi (Rag -27 kg), Elisa Mancini (Bam -20 kg), Gabriele Mancini (Fan -32 kg), Nicolae Olari (Rag - 42 kg), Filippo Sgrò (Fan -32 kg), Vanni Simoncini (Rag -55 kg), i quali non sono riusciti a concretizzare gli attacchi portati e hanno perso entrambi gli incontri disputati; tra questi, alcuni si sono mostrati distratti, altri invece sono stati semplicemente sfortunati o hanno poca esperienza alle spalle.

Terzo posto anche per Christian Gaggiotti (Fan -32 kg) – che ha vinto, perso e pareggiato un incontro – e Gabriele Marra (Fan -26 kg) - vinto e perso un incontro. Medaglia d’argento invece per Gabriele Cigolini (Bam -20kg) e Yuri Massaccesi (Rag -28 kg) – i quali hanno vinto e perso un incontro – ma anche per Angelica Amantini (Bam -23 kg), Licia Lombardi (Rag -36 kg) e Francesco Marra (Bam -17 kg) – due vittorie ed un incontro perso. Discorso a parte per Giorgia Teoli (Fan -26 kg) che ha gareggiato in due categorie di peso differenti: nella sua categoria d’appartenenza ha vinto due incontri (di cui uno per rinuncia dell’avversaria), guadagnando così la vetta del podio; in quella superiore ha vinto due incontri e ne ha perso uno, piazzandosi così al secondo posto.

Con due vittorie ed una sconfitta hanno comunque raggiunto il primo posto Matteo Clementi (Rag -27 kg) – il cui unico insuccesso è dovuto ad un errore arbitrale circa la validità di certe azioni tecniche – e Enrico Sgardi (Fan -29 kg). Superlativi gli altri atleti piazzatisi al primo posto, i quali hanno nettamente dominato le rispettive categorie vincendo entrambi i combattimenti effettuati: Daniele Braconi (Fan - 29 kg), Pietro Giantomassi (Fan -32 kg), Tommaso Lineri (Fan -29 kg), Tommaso Taborro (Bam -30 kg) e Massimo Teoli (Bam -26 kg). In definitiva, il bottino della giornata è composto da nove bronzi, sei argenti e otto ori. A prescindere dalle medaglie, comunque, a tutti gli atleti (e ai genitori) va fatto un plauso a riconoscenza non solo dell’impegno, ma anche e soprattutto della pazienza e della resistenza fisica messe in campo per fronteggiare la lunga attesa e l’inadeguatezza della sede di gara.



Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2014 alle 18:47 sul giornale del 26 marzo 2014 - 1207 letture