utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

M5S: 'Trasparenza e partecipazione nostri marchi di fabbrica. Ad Osimo merce rarissima'

5' di lettura
1565

La trasparenza e la partecipazione cambieranno l’Italia. È tutto qui quello che serve non ci credete? Provate a pensare allora a come i politici prendono le decisioni che riguardano la nostra vita. Avviene sempre allo stesso modo.

Nel segreto più totale. Si chiudono in una stanza di qualche palazzo e nessuno sa cosa si dicono. Come la storia ha insegnato, dentro a quei salotti (buoni?) può capitare che si incontrino con lobbisti, affaristi, imprenditori (prenditori) senza scrupoli, faccendieri, sfaccendati, criminali e altri ancora… ma preferiamo fermarci qui. L’importante è che i cittadini rimangano al di fuori e all’oscuro di tutto. E’ così che i politici di professione hanno preso decisioni con le quali hanno rovinato gli italiani, sperperando miliardi di soldi pubblici con cui hanno ingrassato le tasche degli amici degli amici, dei parenti e le loro.

E’ così che partoriscono leggi ad personam indecenti. E’ così che decidono di piazzare questo o quell’altro parente/amico/loro stessi a capo di tutte, o quasi, le aziende pubbliche. E’ importante che nessuno, oltre loro, possa accedere alle stanze dell’inciucio, cosicché si possano nascondere dai loro stessi gesti scandalosi, in modo tale che nessuno sappia la verità e la possano passare liscia. Pensate adesso a come sarebbe se dovessero prendere le decisioni sotto gli occhi di tutti, alla luce del sole e insieme a noi cittadini. E’ diverso vero? Come per incanto quando al ladro gli punti contro i riflettori smette di rubare.

Come si fa? Semplice, bisogna pretendere dai nostri politici trasparenza e partecipazione. Trasparenza perché si deve sapere che cosa effettivamente fa un politico, in modo tale da poterlo mandare a casa se non fa bene il proprio lavoro. Partecipazione perché, come ha dimostrato la storia e il degrado economico e morale del nostro Paese, se li lasci da soli può accadere che si fanno solo i fatti propri, al fine di accrescere il loro conto in banca e progredire con la loro carriera. Pensate che sia impossibile avere una politica di questo tipo? Ebbene possiamo dirvi con certezza che non solo si può, ma è già realtà.

La trasparenza e la partecipazione sono principi cardine del Movimento 5 Stelle, che li attua attraverso strumenti di democrazia partecipativa, che prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini, dando loro l’opportunità di partecipare a prendere le decisioni della politica. Un nuovo mondo (onesto). Ciò si concretizza attraverso internet ma non solo, perché non bisogna dimenticare che ci sono persone che non riescono ad accedere a tale mezzo, per questo a livello locale ogni gruppo si organizza per far si che tutti possano partecipare sotto altre forme.

Noi ad Osimo, da quasi due anni, organizziamo riunioni aperte al pubblico in cui affrontiamo i problemi della città. Attualmente il giorno prestabilito è il mercoledì, ore 21.15, presso la nostra sede in via San Francesco. Invitiamo la cittadinanza a partecipare. Non abbiamo niente da nascondere poiché tutto viene svolto alla luce del sole, nell’interesse della collettività. Ma cerchiamo di non essere distratti. E’ chiaro che la trasparenza e la partecipazione debbono avvenire anche, e soprattutto, dopo le elezioni, con strumenti, ad esempio, come il bilancio comunale partecipativo che noi del M5S di Osimo vogliamo attuare.

Non deve succedere che i politici scendano tra i comuni mortali solo in periodo elettorale a pretendere voti, come avverrà adesso, e poi si rinchiudono nelle stanze buie per i successivi 4 anni e mezzo a banchettare. Per quanto riguarda la trasparenza, fortunatamente da alcuni anni sono in vigore leggi che obbligano i politici a pubblicare gli atti normativi che producono. In questo modo è possibile verificare quello che realmente fanno.

E’ grazie a questo, per esempio, che siamo venuti a conoscenza che Dino Latini, tanto per dirne una, a parole si batte per l’ospedale pubblico di Osimo, mentre con i fatti, in consiglio regionale, appoggia la politica di Gian Mario Spacca del PD, che punta a smantellare la sanità pubblica osimana… come a dire: davanti alla faccia Dino ti dice una cosa, dietro ne fa un’altra. Giudicate voi. Per quanto riguarda la partecipazione, purtroppo, non vi sono leggi che obbligano i politici a far partecipare noi cittadini alle scelte che ci riguardano, così tutto viene lasciato al loro “buon cuore”. Da questo punto di vista l’esperienza politica degli ultimi 15 anni ci conferma, purtroppo, che la partecipazione manca completamente alle liste civiche/civetta osimane. Simoncini e Latini possono confermare. A parte loro quanti prendono le decisioni all’interno del loro feudo?

Ma anche tra le fila del PD, del renziano Pugnaloni, non brillano certo per democrazia e apertura ai cittadini. Non c’è bisogno di ricordare che appena qualche settimana fa Renzi e il pregiudicato Berlusconi a braccetto, si sono chiusi in una stanza di palazzo per decidere le sorti di una delle leggi più importanti del nostro Paese, quella elettorale. Cari concittadini osimani, questo dovete pretendere dai vostri politici: trasparenza e poter partecipare ai processi decisionali che vi riguardano.

Se vi dicono che non si può non ci credete. Quando Simoncini, Latini, Pugnaloni e i futuri candidati delle altre forze politiche verranno a richiedere il vostro voto parlategliene, state a sentire cosa vi rispondono. Ma non abbiate troppe pretese, perché loro sanno bene che se ciò dovesse accadere hanno finito di fare come gli pare. Invitiamo la cittadinanza ad entrare a far parte del nostro Movimento, al fine di partecipare attivamente a prendere le decisioni che riguardano la nostra città.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2014 alle 10:44 sul giornale del 20 marzo 2014 - 1565 letture