utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Offagna: intervista a Federico Fazioli, attore nato nel Borgo Medievale che ha recitato anche in 'Don Matteo'

2' di lettura
2772

“L’aver recitato ad una delle ultime puntate della fiction ‘Don Matteo’, andata in onda la sera di giovedì 6 marzo 2014, è stato molto piacevole”. E’ quanto afferma l’attore professionista offagnese, Federico Fazioli, 55 anni - soprattutto teatrale e cinematografico più che televisivo - attraverso un’intervista effettuata venerdì 7 marzo, a seguito della sua recente partecipazione alla famosa e seguitissima trasmissione televisiva della Rai.


Nel corso della sua attività è stato anche docente di teatro nelle Università spagnole, soprattutto di Barcellona. “Durante la mia funzione da attore – racconta Fazioli - ho partecipato, tra le diverse, ad una serie di fiction: ‘Gente di mare’, ‘Orgoglio’, ‘Nebbie e delitti’, ‘Raccontami’, ‘La tassista’, ‘Giorno dopo giorno’ e ‘Don Matteo’, trasmissioni diffuse in tutti i canali televisivi nazionali dalla Rai alla Mediaset, soprattutto Canale 5”.

Come ha vissuto questa sua attività televisiva con la fiction “Don Matteo”?

Molto bene; sono stato impegnato per tre giorni, uno a Roma e due a Spoleto. L’essere entrato nella famiglia di Don Matteo è stato particolarmente piacevole in una routine di lavoro caratteristica ed abbastanza importante, considerato il successo televisivo che sta ottenendo. Ho partecipato a tale fiction svolgendo un ruolo come personaggio abbastanza ambiguo nel sistemare diverse situazioni da dover risolvere”.

Come ha recitato, nello specifico, a tale fiction “Don Matteo”?

Un personaggio come dottore che viene sospettato di aver ucciso un altro dottore e che traffica con farmaci per questioni economiche, poi si scopre che non è lui ma un’altra persona: questo è il ruolo del personaggio piccolo e secondario, ma importante per la struttura della fiction”.

Come valuta il mitico Terence Hill?

E’ un grande attore piacevole, essendo una persona molto tranquilla e disponibile che dai tempi dei western italiani è passato a quest’altro genere di attività riuscendo a lavorare bene alla sua età”.

Proseguirà a partecipare a tale fiction?

Non credo, purtroppo sarà difficile e, comunque, mi piacerebbe tornarci a partecipare”.

Qual è il piacere di fare l’attore?

E’ di mettere in scena l’anima umana, che sia buona o cattiva”.


Il suo sogno da interprete.

Continuare ad essere un attore protagonista, oltre a proseguire a vivere ad Offagna, un gran bel Borgo medioevale con un dovuto ringraziamento all’ Amministrazione comunale per quanto sta effettuando, di positivo, in questo periodo”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2014 alle 18:36 sul giornale del 10 marzo 2014 - 2772 letture