utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Castelfidardo: all'assemblea del Consorzio Valli Aspio e Musone ricambio generazionale dei vertici

2' di lettura
466

Importanti novità sono emerse dall’Assemblea generale del CAM ( Consorzio delle Imprese dell’Aspio e del Musone) svoltasi il 24 febbraio presso l’Hotel Class di Castelfidardo.

Si può affermare che nella vivace compagine dell’Associazione di Imprese, che caratterizzano il Distretto Plurisettoriale dei Comuni di Castelfidardo, Recanati, Loreto, Osimo, Camerano e Numana, si sia verificata un’autentica innovazione all’insegna del ricambio generazionale, che vede Giovani affermati Imprenditori protagonisti e rappresentanti autorevoli di una realtà associazionistica che ha conquistato a livello territoriale grande credibilità, efficace attivismo e capacità di interlocuzione con soggetti delle Istituzioni, del Credito e della società civile.

Presidente del CAM , subentrante a Claudia Ragaini, è stato eletto all’unanimità Marco Scalmati, Responsabile delle Risorse Umane della Somacis Group Spa. Sarà affiancato, nel Consiglio Direttivo, da altrettanti giovani rappresentanti della Imprenditoria locale: Monia Brandoni, della Ditta Brandoni ; Alice Catena della Catena Building; Gianluca Garofoli della Garofoli Porte; Cristiano Marchetti della Gatto Cucine; Alessandro Vissani della Adriatica Molle. A significare che il rinnovamento avverrà nel solco della tradizione valoriale, programmatica e operativa che ha caratterizzato il CAM nell’ultimo decennio, sono stati eletti nel Direttivo anche i seniores Franco Catena della Catena Building; Clemente Ghergo della G. I.§ E.; Giovanni Zannini della Zannini Group.

Tra gli obbiettivi programmatici che il nuovo Direttivo intende perseguire, si segnalano: la necessità di un rinnovato e proficuo dialogo con le Istituzioni Locali, Comuni e Regione; la collaborazione con le Istituzioni scolastiche soprattutto mediante le attività di Alternanza Scuola-Lavoro; il confronto concreto con le Associazioni di categoria più rappresentative delle Imprese; la promozione di una forte connotazione identitaria del Consorzio e del Polo Tecnologico con il Territorio, e con tutte le sue Espressioni e Risorse; la prosecuzione di operazioni di aggregazione tra Imprese e la proposta di progetti di ricerca e di innovazione tecnologica, anche mediante l’utilizzazione di fondi comunitari; il recupero del ruolo e della funzione sociale dell’Imprenditore nella pubblica opinione e nel tessuto vivo della società civile.


ARGOMENTI

da  Consorzio Valli dell'Aspio e del Musone 


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2014 alle 18:09 sul giornale del 06 marzo 2014 - 466 letture