Atletica: doppio Apollino d'Oro e primo titolo regionale per Atletica Osimo

4' di lettura 30/01/2014 - Altro fine settimana di successi per l’Atletica Osimo. Vorremmo iniziare a descriverlo dalla fine, e cioè da quanto accaduto fuori dalle piste e dalle pedane, nel pomeriggio di domenica 26 gennaio, quando al Palabaldinelli di Osimo si è tenuta la cerimonia di premiazione dello sport osimano con la consegna dell’Apollino d’Oro e degli altri riconoscimenti per meriti sportivi.

Due rappresentanti dell’Atletica Osimo hanno meritato il premio più ambito, l’Apollino d’Oro appunto: Mario Fiori (categoria master) che nell’agosto dello scorso anno ha vinto la 5 km. di marcia su pista, a Torino, ai “World Master Games”, le “Olimpiadi dei Master”, dove tra l’altro ha conquistato anche una medaglia di bronzo nei 10 km. di marcia su strada e Gaetano Schimmenti (categorie FISDIR) in quanto due volte Campione Italiano, indoor nei 60 m. ad Ancona ed outdoor nei 200 m., a Pescara. Inoltre altri riconoscimenti per chi è salito sul podio ai Campionati Italiani e per i numerosi titoli regionali ottenuti dagli atleti osimani, anche con la maglia della T.A.M.

La domenica, comunque, era iniziata nel migliore dei modi con il primo titolo regionale dell’anno arrivato grazie ad Angelica Ghergo che, presso il parco di Rotacupa di Macerata, ha vinto il cross ragazze di 1,5 km., valido appunto per il titolo regionale individuale. La giovane atleta, classe 2002, al primo anno nella categoria ragazzi/e, ha dimostrato anche intelligenza di gara, riuscendo ad imporsi sulla seconda arrivata, al secondo anno in categoria.

Positivo, nel complesso, il rendimento degli altri atleti che hanno preso parte a questa competizione, il 19° Cross “Helvia Recina”, valido come Campionato Regionale Individuale di corsa campestre per le categorie ragazzi/e, cadetti/e e di staffette assolute – 1^ Prova del C.d.S. giovanile: Denny Sanseverinati, Ionut Manolache e Giuseppe Baldinelli tra i cadetti; Simona Mengani e Federica Mascolo tra le cadette; Riccardo Lunardi e Simone Galassi tra i ragazzi; Irene Pesaresi, Giulia Tonti, Francesca Migliozzi, Francesca Romana Innocenzi oltre alla Ghergo tra le ragazze e gli esordienti Emanuele Fiorella, Filippo Iurini, Dennis Mengoni, Tatiana Graciotti.

Nella mattina di domenica un’altra gara all’aperto, presso il campo di atletica di Fermo, per la 1^ Prova del Campionato Invernale di Lanci. Per l’Atletica Osimo erano in pedana i cadetti/e Giulia Curina, Alessio Tonti, Irene Montalbò; per la T.A.M. l’allieva Chiara Fagioli e gli juniores Emma Mengani, Davide Baldinelli e Alessio Tiffi Magi. Tutti gli atleti, impegnati in una o più gare (disco, giavellotto e martello) si sono migliorati in almeno una delle specialità alla quale hanno partecipato. Ancora Meeting Nazionali Indoor, nei pomeriggi di sabato e domenica, presso il Banca Marche Palas di Ancona, con risultati importanti per gli atleti osimani della T.A.M: l’allievo Simone Sabbatini con 8.84, in batteria, nei 60 m. hs. centra al centesimo il minimo per la partecipazione ai Campionati Italiani di categoria; lo juniores Simon Nguimeya Tsopmo, al ritorno ai salti dopo una lunga assenza, arriva a 14.56 nel triplo, migliorandosi di oltre mezzo metro ed avvicinandosi addirittura al minimo di partecipazione ai Campionati Italiani Assoluti; Manuel Nemo stabilisce il personale nei 60 m. hs juniores con 8.51 in finale; Gianluca Re, allievo, vince la gara del peso con la misura di m. 13.53, ottenendo il minimo per gli Italiani; Valentina Natalucci ritocca per due volte il personale sui 60 m. con 7.63 in batteria e 7.62 in finale, arrivando a soli due centesimi dal primato regionale di 7.60.

Nello stesso fine settimana, prima partecipazione dell’anno ad una competizione nazionale: si è trattato dei Campionati Italiani di Prove Multiple in programma all’interno del nuovo palaindoor di Padova. L’osimano della T.A.M Leonardo Malatini si è piazzato al nono posto nella classifica dell’eptathlon promesse con il punteggio di 4075. Soddisfazione per il risultato ottenuto, in considerazione del fastidio fisico che lo aveva tenuto lontano dalle gare, con un po’ di rammarico per la misura del peso che poteva essere senz’altro incrementata con eventuale risvolto positivo nella graduatoria finale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2014 alle 21:36 sul giornale del 31 gennaio 2014 - 632 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, osimo, atletica osimo, associazione la confluenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XNv





logoEV