utenti online

Argentina Severini presenta un'interrogazione sui parcheggi in Piazza del Comune

Argentina Severini 2' di lettura 19/11/2013 - Riceviamo e pubblichiamo il testo dell'interrogazione depositata dalla consigliere comunale Argentina Severini.

Richiamate le seguenti delibere di giunta:
1) n. 118 del 30-5-2012 attraverso cui venivano istituiti i parcheggi antistanti il Palazzo Comunale
2) n. 10 del 17-1-2013 e n. 66 del 6-3-2013 attraverso cui i suddetti parcheggi venivano limitati a 10 attraverso adeguate segnaletiche, riservandoli a categorie protette o fasce deboli, ovvero donne incinte o con bambini fino a 24 mesi (parcheggi rosa); over 75 e mezzi delle case di riposo (parcheggi argento); individui con difficoltà di deambulazione con tesserino per disabili (parcheggi gialli); auto elettriche (parcheggi verdi)

Risultando che in base a tali delibere sono previste sanzioni per tutti coloro che parcheggiano in tali spazi e non appartengono alle suddette categorie o non sono muniti di adeguati talloncini rilasciati dalla Polizia Municipale

Visto tuttavia che in base all’art 158 del Codice della Strada non sono previsti i cosiddetti parcheggi di cortesia e conseguentemente neanche le sanzioni relative per coloro che non li rispettano

Constatato da più parti che i parcheggi antistanti il Palazzo Comunale sono spesso occupati da cittadini che non appartengono alle categorie indicate nella delibera e che non possono comunque essere passibili di sanziona mento

Naufragata completamente l’intenzione di incentivare il commercio del centro attraverso la creazione di tali parcheggi con la prima delibera del maggio 2012

Ricordato il profondo dissenso della cittadinanza di fronte alla realizzazione dei parcheggi antistanti il Palazzo Comunale che tutt’oggi caratterizza la città

Potendo in ogni caso utilizzare i parcheggi esistenti nella stessa Piazza del Comune sul lato opposto a quelli di cui all’oggetto per andare incontro alle categorie deboli

Ritenendo che il Palazzo Comunale e l’intera piazza non possano essere deturpati con la presenza di tali parcheggi e che piuttosto debbano riacquistare almeno la condizione precedente alla realizzazione di tali parcheggi

Appurato che tale scelta ha in ogni caso comportato un costo importante per la collettività, sia in termini di strumentazioni e segnaletica verticale ed orizzontale, che di impegno orario da parte dei vigili urbani impegnati costantemente al controllo dei parcheggi

La sottoscritta consigliera comunale Argentina Severini
interroga il sindaco e l’assessore alla viabilità per sapere

- A quanto ammonta il costo complessivo ad oggi per la realizzazione e la gestione dei parcheggi in oggetto

- Come pensano di risolvere il fatto che, nel concreto, non possono essere effettuate sanzioni nei confronti dei cittadini non rientranti nelle categorie protette o non in possesso dei talloncini

-Se ritengono opportuno restituire alla città la Piazza Comunale libera dai parcheggi sotto la facciata del Comune, riservando eventualmente alle categorie protette gli spazi esistenti nelle immediate vicinanze, comprese via Lionetta e via Antica Rocca


da Argentina Severini
     ex-consigliere comunale 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2013 alle 15:43 sul giornale del 20 novembre 2013 - 1309 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, argentina severini, notizie osimo, parcheggi osimo, Pensiero Libero e Democratico, PeLiDe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/UIC





logoEV
logoEV