utenti online

'Opzione 0' sui rifiuti. M5S invita sindaco e giunta alla conferenza di venerdì all'Astea

3' di lettura 14/11/2013 - Siamo convinti che oggi l’unico modo di trattare i rifiuti è attraverso la strategia dei “Rifiuti Zero”, che si propone di riutilizzare tutti i prodotti, facendo tendere allo zero la quantità di materiale da conferire in discarica o all’incenerimento.

Gli inceneritori, che causano inquinamento e rischi alla salute, devono essere smantellati e mai più costruiti, così come le discariche, anch’esse causa di non pochi problemi ambientali, devono essere progressivamente chiuse. Sembra impensabile in un’epoca contrassegnata dall’invasione della spazzatura nelle strade di molte città, invece si può. Oggi ci sono le tecnologie per arrivare a questo risultato. Esempi non mancano.

Basti pensare al Centro di Riciclo di Vedelago, che si occupa di separazione e riciclaggio di rifiuti, riuscendo ad arrivare ad una percentuale di circa il 99 di rifiuti riciclati. A tal riguardo è bene far sapere che il Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Ancona Andrea Quattrini, con deliberazione di Giunta Comunale n. 3, del 24 gennaio 2011, è riuscito a far approvare una mozione per far realizzare nel territorio del Comune di Ancona, in Località Baraccola, un impianto di selezione e trattamento rifiuti sul modello Vedelago, in grado di poter arrivare a recuperare l’intero ciclo della materia prima secondaria, come già realizzato in altre realtà in Italia. In meno di un anno, impianti come questi si ripagano completamente con il materiale riciclato venduto. Come può interessare tutto ciò la città di Osimo? Semplice, l’impianto ha valenza provinciale!

Anche i cittadini osimani ne potrebbero usufruire. Come si evince dal Piano finanziario Tares 2013 del Comune di Osimo, allegato alla delibera comunale n. 33 del 08/07/2013, con oggetto “Tares - tributo comunale sui rifiuti e sui servizi: approvazione del piano finanziario e delle tariffe per l’anno 2013”, il nostro Comune ha raccolto in modo differenziato nel corso dell’anno 2012 il 66,24 dei rifiuti (12.814.348 Kg), il restante 33,76 (6.532.285 kg) è stato smaltito in maniera indifferenziata. Nel piano finanziario per l’anno 2013 si preventiva il costo di € 2.842.698 per la gestione dei rifiuti solidi urbani indifferenziati, e di € 1.258.924 per la gestione della raccolta differenziata. Tutto ciò significa che smaltire 6.532.285 Kg di indifferenziata, portati nella discarica di Maiolati Spontini, costa più del doppio che smaltire 12.814.348 kg di rifiuti differenziati!

È facile quindi immaginare come la messa in funzione dell’impianto proposto dal consigliere Andrea Quattrini possa portare ad un abbassamento dei costi della tassa sui rifiuti e, non dimentichiamocelo, ad una diminuzione dell’inquinamento, con tutto ciò che esso comporta. A più di due anni dall’approvazione della mozione però, l’impianto di riciclo non è ancora stato realizzato… che cosa c’è che non va?

Invitiamo il Sindaco di Osimo, Geom. Simoncini Stefano, la Giunta Comunale di Osimo, i Consiglieri Comunali di Osimo, i Dirigenti dell’ASTEA SPA e la cittadinanza, a partecipare all’incontro che si terrà Venerdì 15 Novembre, alle ore 21:15, presso la Sala ASTEA in via Guazzatore n° 163 di Osimo. Saranno presenti i Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Ancona Andrea Quattrini, quello di Jesi Massimo Gianangeli, di Fabriano Joselito Arcioni ed esperti del settore che ci faranno il punto della situazione.








Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2013 alle 20:12 sul giornale del 15 novembre 2013 - 525 letture

In questo articolo si parla di osimo, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Uwf





logoEV
logoEV