utenti online

Basket: Robur vittoriosa contro la Vigor Matelica

3' di lettura 11/11/2013 - Partiamo dal finale. A due minuti dalla fine il canestro di Paoletti lancia la Vigor Matelica sul 69-73. Sembra ormai quasi fatta per gli uomini di coach Sonaglia, mentre le speranze per la Robur sono ridotte al lumicino. Il cronometro è nemico dei roburini, ma in due minuti succede quello che in pochi si sarebbero aspettati. Monticelli va dalla lunetta e fa 1/2, Pecchia si fa stoppare il tiro da Valentini e Cardellini buca la retina con la bomba che vale il pareggio sul 73-73.

Manca ancora un minuto da giocare, quasi un’eternità. Ma la Robur non si ferma e ciò che sembrava impossibile, decide di portarlo a compimento fino in fondo. Monticelli va dalla lunetta e non sbaglia, Valentini recupera un rimbalzo e la mette dentro mentre Matelica deve fermarsi di fronte la difesa famelica dei ragazzi di coach Francioni che non concedono neanche un punto. Il cronometro si arresta sul canestro di Mancinelli e il tabellone segna 79-73. Parziale di 10-0 in due minuti, quello che sembrava impossibile diventa realtà e il PalaBaldinelli può esultare.

La Robur fa suo il derby, conquista altri due punti e continua la sua corsa in vetta. E pensare che la partita non si era messa bene per i roburini. Partiti con un 1-7 dopo pochi minuti a favore degli avversari, erano riusciti a ricucire lo strappo e a chiudere la prima frazione sul 19-19. Partita intensa e tirata anche nella seconda frazione, con i maceratesi che trovavano punti dal duo Quercia e Novatti (il migliore dei suoi). Si andava al riposo lungo sul 36-39. Alla ripresa delle ostilità dopo esser stati sotto per quasi tutto il tempo, nel finale i ragazzi di coach Francioni recuperavano con un micidiale break di 9-0 grazie alle triple di Monticelli e Di Maggio, chiudendo sul 54-49. Ultimo quarto in cui Matelica trovava punti pesanti con Novatti e le bombe di Sorci, che permettevano agli uomini di coach Sonaglia di arrivare a toccare il +8 sul 63-71 con tre minuti da giocare. Poi la svolta. Novatti esce per il quinto fallo. Ma Matelica sembra ancora viva, nonostante tutto. Prima dell’incredibile finale.

“Sembrava una partita persa. Invece con una grande prova di carattere, grinta e determinazione siamo riusciti a rimetterci in carreggiata e a portare a casa due punti che sembravano impossibili – ha dichiarato coach Francesco Francioni – siamo stati bravi nel finale quando abbiamo fatto pressing a tutto campo, imprimendo un’accelerata al ritmo notevole che ha messo la Vigor in seria difficoltà. Bravi anche in attacco dove abbiamo trovato buone soluzioni. Il merito della vittoria è del collettivo anche chi ha giocato meno minuti ha dato il suo contributo fondamentale, come Mosca e Graciotti.” La Robur rimane in vetta alla classifica ma coach Francioni tiene tutti con i piedi per terra: “Dico ai miei ragazzi di non guardare la classifica perché il campionato è ancora molto lungo, dobbiamo solo pensare a noi stessi e lavorare come sempre con grande impegno in settimana per prepararci al meglio per ogni partita”.

ROBUR OSIMO - VIGOR MATELICA 79-73 (19-19; 17-20; 18-10; 25-24)
ROBUR OSIMO: Scrima 2, Cardellini 14, Monticelli 27, David 8, Valentini 8, Mosca 2, Di Maggio 8, Mancinelli 8, Graciotti 2, Pistola All. Francioni
VIGOR MATELICA: Novatti 22, Pecchia 2, Quercia 13, Paoletti 8, Usberti 11, Porcarelli, Sorci 17, Montanari, Gatti, Bracchetti All. Sonaglia
Arbitri: Agostinelli Federico di Campli (TE) e Valleriani Antonio di Amadola (FM).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2013 alle 18:01 sul giornale del 12 novembre 2013 - 633 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, osimo, robur basket, notizie osimo, sport osimo, vigor matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Uke