Furti e truffe in serie: i carabinieri individuano la falsa impiegata Astea che raggira gli anziani

1' di lettura 23/09/2013 - I carabinieri di Osimo hanno identificato e denunciato in stato di libertà la falsa impiegata di Astea fortemente indiziata di aver commesso furti in serie negli appartamenti attraverso raggiri e truffe. La donna in questione, Margherita Lafforé, 38enne, è una pluripregiudicata di origini rom, e sarebbe stata protagonista di diversi episodi criminosi.

L'autrice dei furti ha agito il 6 settembre scorso in via Quercetti a Osimo e il 3 settembre in via Montessori a Castelfidardo, individuando abitazioni di persone anziane rispettivamente di 83 e 66, presentandosi ad Osimo come rappresentante dell’Astea adibita al controllo sulla raccolta differenziata dei rifiuti ; mentre a Castelfidardo presentandosi come amica di familiari.

Con tali stratagemmi ha raggirato le anziane donne asportando loro monili in oro, denaro contante e profumi per un danno complessivo di 3mila euro. La rom, che risiede a Jesi nel campo nomadi di via Carlo Marx , è ora attivamente ricercata dai militari. Secondo gli inquirenti la ladra agisce utilizzando una logica del 'mordi e fuggi' da una località all'altra, colpendo anche fuori provincia e allontanandosi immediatamente dal luogo della truffa. Sicuramente la falsa impiegata è aiutata da alcuni complici che l'aiutano a far perdere immediatamente le sue tracce. Le ricerche continuano.






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2013 alle 09:58 sul giornale del 24 settembre 2013 - 2760 letture

In questo articolo si parla di furti, anziani, osimo, vivere osimo, roberto rinaldi, raggiri, falsa impiegata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/R66





logoEV