utenti online

Liste Civiche: 'Sull'ex Consorzio il Comune è stato lungimirante'

1' di lettura 03/08/2013 - Senza il piano di recupero dell’ex consorzio agrario i reperti di cui ora tutti invocano tutela e conoscenza, non sarebbero mai venuti alla luce.

Se il Comune avesse seguito la scelta invocata dalla Panini e soci tempo fa, ripresa dalla Severini e Biscarini ora, i reperti sarebbero rimasti sempre sepolti sotto il vecchio Consorzio che non doveva essere assolutamente toccato perché era un grande reperto storico (così nascondendo sotto il suo suolo i reperti ora rinvenuti).

Vi ricordate le polemiche in merito? Il piano di recupero evidenza invece come i lavori fatti bene portano a compendiare gli interessi di tutti e che sotto la guida del Comune anche i privati sono disponibili a valorizzare il patrimonio storico della nostra città. La raccolta delle firme avvenute con lo strattonamento delle persone alle sagre della città conferma come il sostegno politico di certe forze imprenditoriali non è mai venuto meno in questi 30 anni, come se non ci fosse mai stato la caduta del muro di Berlino e come se davvero il monopolio a Osimo dovesse rimanere, anche a scapito delle oltre 50 persone che troveranno lavoro nel nuovo insediamento produttivo. Una raccolta di firme per l’occupazione no?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2013 alle 17:25 sul giornale del 05 agosto 2013 - 3007 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, liste civiche, Comune di Osimo, notizie osimo, liste civiche osimo, ex consorzio agrario osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Qhw





logoEV
logoEV