Furti: rom pizzicate prima di entrare in azione, addosso cacciaviti e gli arnesi del 'mestiere'

1' di lettura 27/07/2013 - Avevano addosso gli arnesi del 'mestiere'. Pizzicate rom mentre erano in procinto di commettere dei furti. E' successo in via Musone. A farne le spese due giovanissime.

Cacciaviti, guanti ed una lastrina di plastica; è quello che serve per poter aprire gli ingressi delle abitazioni, entrare all'interno magari proprio durante il giorno quando in molti si riversano sulle spiagge per avere un po' di refrigerio. Era probabilmente questo il piano delle due giovanissime di origine serba. Per loro nulla da fare: fermate nel pomeriggio di venerdì dagli Agenti delle Volanti che, stando alle direttive del Questore Stefano Cecere, forniscono il massimo impegno quotidianamente per la prevenzione e repressione della criminalità diffusa.

E così, nel corso del pattugliamento, gli Agenti diretti dal Vice Questore Aggiunto Cinzia Nicolini, in Via Musone, notavano le due giovani nomadi mentre si aggiravano con fare sospetto tra le palazzine della zona. Ed avevano visto bene; le due celavano tra i propri indumenti cacciaviti di grosse dimensioni, guanti e strisce di plastica, oggetti tutti idonei per commettere reati.

Accompagnate in Questura le due nomadi di origine serba di 19 e 25 anni, già gravate da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, sono state immediatamente denunciate ed allontanate con Foglio di Via Obbligatorio dal Capoluogo dorico nel quale non potranno ritornare per un periodo di tre anni.






Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2013 alle 18:10 sul giornale del 29 luglio 2013 - 574 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PZG





logoEV