utenti online

Camerano: con passamontagna e pistola tenta rapina in una tabaccheria. Arrestati cameranese ed un fidardense

carabinieri 2' di lettura 25/07/2013 - Coperto con il passamontagna e armato di una pistola, ha fatto irruzione in una tabaccheria a Camerano. Poi si è avventato contro la titolare dell’esercizio e l'ha afferrata per il collo, puntandole l’arma ed intimandole di consegnargli tutto il denaro contenuto nella cassa. E' successo ieri, intorno alle 15, nella centralissima tabaccheria “Marchetti" di via Garibaldi.

All’interno del negozio era presente anche una cliente che, terrorizzata dalla violenza messa in atto dal malvivente, ha iniziato ad urlare a squarciagola, inducendolo a desistere dall’intento di consumare la rapina e a dileguarsi a piedi per le vie del centro storico. L'uomo è stato poi visto ricongiungersi ad un complice che fungeva da “palo”, a circa 150 metri di distanza.

Ricevuto l’allarme sull’utenza di emergenza “112”, la Centrale Operativa della Compagnia di Osimo ha effettutato la cinturazione del centro abitato di Camerano, con posti di blocco lungo le probabili vie di fuga dei rapinatori. I Carabinieri sono giunti anche nella tabaccheria e, raccolti i primi indizi utili all’identificazione degli autori grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e dai testimoni oculari, hanno individuato i due uomini che, girovagavano senza meta per le vie cittadine in cerca di rifugio. Alessio Belvederesi, 34 anni, nato a Chiaravalle, ma residente a Castelfidardo, e Matteo Cingolani, 32 anni, nato ad Ancona, ma residente a Camerano, entrambi disoccupati e pregiudicati, sono stati subito bloccati e condotti in caserma per gli ulteriori accertamenti.

Le indagini condotte a carico dei due malviventi sono state avvalorate inconfutabilmente dalle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza installato all’interno della tabaccheria, che hanno ripreso impeccabilmente le fasi e la dinamica dell’azione criminale. I due ragazzi sono stati sottoposti a fotosegnalamento e dichiarati in arresto per tentata rapina aggravata in concorso, dandone immediata comunicazione al Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona (Dott. Marco Pucilli), che ha disposto la traduzione degli arrestati presso la Casa Circondariale di Montacuto.


di Micol Sara Misiti
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2013 alle 17:05 sul giornale del 26 luglio 2013 - 913 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, camerano, arresto, carabinieri di osimo, Micol Sara Misiti, tabaccheria Marchetti, tentata rapina aggravata in concorso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PVO





logoEV