Calcio a 5 l'Avis Osimo si aggiudica l'undicesima edizione del Memorial Stefano Zoppi

3' di lettura 22/07/2013 - L’AVIS OSIMO scrive il proprio nome al primo posto dell’albo d’oro del Memorial Stefano Zoppi, aggiudicandosi l’undicesima edizione. Nella finale di venerdì 12 luglio supera, con una vittoria di misura, la FC Md ORANGE, squadra alla sua prima partecipazione.

7 – 6 il risultato dopo una partita emozionante, caratterizzata da più cambiamenti di fronte. Dopo l’allungo dell’AVIS sul 4 – 1, che avrebbe fatto pensare ad un’agevole soluzione, decisa rimonta e sorpasso nel secondo tempo fino al 6 – 4 per gli ORANGE, raggiunti e superati proprio nel finale sul punteggio definitivo di 7 – 6. Recriminazioni per l’arbitraggio da parte degli “arancioni” che pagano sicuramente l’assenza del portiere titolare Marco Cicchini, che già si era distinto in semifinale ed affermazione della squadra, forse, con l’età media più alta del torneo: 42 anni, contro i 23 degli ORANGE.

Subito dopo la partita, premiazioni con l’intervento dell’Assessore allo Sport del Comune di Osimo, Sandro Antonelli, che ha ricordato come lo sport può essere una metafora della vita: dopo uno scontro, seppure sportivo, dove ci si batte per ottenere il proprio risultato, al termine ci si ritrova tutti uniti nel ricordo di una persona cara; della delegata del Consigliere Regionale Dino Latini, Monica Bordoni che ha portato i saluti del Consigliere, nostro concittadino e della Presidente dell’AIDO – Gruppo di Osimo, Angela Teresa Maggiani. Quest’ultima ha ricordato il legame che c’è con il torneo, tanto che nel giornalino dell’anno in corso, pubblicato dall’AIDO – Sezione Provinciale di Ancona, nello spazio riservato alle attività del Gruppo di Osimo, si è parlato proprio del Memorial Stefano Zoppi: questo torneo ci aiuta a ricordarlo, ci aiuta a non dimenticare che la sua mancanza ha permesso ad altre cinque persone di continuare a vivere. Stefano continua a vivere. Lo fa anche nei calci dati ad un pallone, nelle coppe alzate dopo una finale vinta, nei premi fair play. Stefano vive nei manifesti, nelle locandine e nelle magliette dei bambini che oggi si sfidano nella “partita dei bimbi” che domani giocheranno fra i grandi, nel torneo della vita, nel Memorial di Stefano”.

L’articolo veniva chiuso con alcuni versi scritti dallo sfortunato ragazzo, già riportati in una targa donata dai familiari all’AIDO. Tornando alle premiazioni, coppe e prodotti enogastronomici per le prime quattro squadre del torneo: oltre alle due finaliste, premi per GATTO TRASLOCHI e SIMPLY MARKET BOSCH CAR SERVICE, premio al capocannoniere Alessandro Trillini dell’AVIS (15 gol realizzati), al miglior portiere Emiliano Giavoni, dell’IMMOBILIARE OSIMO e premio fair play alla VIRTUS, squadra più corretta del girone eliminatorio.

Un’ulteriore emozione al termine delle premiazioni: su iniziativa della famiglia di Stefano, in particolare della mamma, signora Patrizia, sono stati invitati i compagni di squadra del giovane, con i due mister, ritratti su una vecchia foto di quasi trent’anni fa, prima di una partita di un torneo parrocchiale, ad Osimo. Una targa con la foto è stata donata agli amici intervenuti che a loro volta hanno ricambiato donando ai genitori di Stefano una maglietta sulla quale avevano fatto stampare proprio quella fotografia ed il nome di “Ste’”. Come ogni anno la serata si è conclusa con la “Festa Insieme”, il buffet offerto dai familiari di Stefano che non è soltanto un momento di ristoro per chi ha lavorato nell’organizzare la manifestazione, chi ha sudato in campo e chi ha trepidato sugli spalti, ma è anche un modo per condividere i valori che il Memorial si propone di trasmettere.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2013 alle 11:00 sul giornale del 23 luglio 2013 - 727 letture

In questo articolo si parla di avis, sport, osimo, salute

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PJk





logoEV