utenti online

Castelfidardo: numeri più che positivi per il World of Accordion

3' di lettura 11/07/2013 - Per osservare un’impresa e tirare le conclusioni, è sempre opportuno staccare un attimo la spina e riflettere a freddo su quanto si è fatto, valutarne i pro ed i contro e poi solo alla fine e con una lucidità impossibile nei giorni del tram tram, stilare un bilancio.

Sono passati alcuni giorni dalla chiusura di The World Of Accordion, un festival della fisarmonica alla sua prima edizione che ha catapultato Castelfidardo al centro di quello che è il suo universo, ma in una chiave diversa. E’ stato un giro del mondo quello che hanno intrapreso, fin dalla concezione dell’idea, Elke Ahrenholz – ideatrice del festival -, Massimo Tagliata – direttore artistico – e tutte le 18 aziende che insieme hanno dato vita a questa manifestazione.

Un giro del mondo al quale hanno partecipato volentieri artisti di fama internazionale proveniente dall’ Italia e dall’ Europa, con atmosfere che hanno anche toccato il Sudamerica o i confini asiatici. Un giro del mondo sul quale sono “saliti” spettatori provenienti dalla stessa cittadina marchigiana e da altre parti della nostra nazione, ma anche da varie parti del mondo: cinesi, olandesi, americani, argenti, tedeschi, austriaci. Un giro del mondo che non è stato fatto in 80 giorni, ma solamente in 9, toccando non tappe geografiche ma musicali: tutti i generi nei quali la fisarmonica può esibirsi sono stati eseguiti. Un lavoro assolutamente enorme, che però alla fine ha dato i suoi frutti.

Oggi, a mente fredda, Elke Ahrenholz lo dice senza mezzi termini: 'Noi siamo davvero molto felici. Tutto è andato praticamente come avevamo previsto e abbiamo ricevuto una buona risposta. Basta pensare che ci sono già arrivate richieste di informazioni sulla prossima edizione: anche se abbiamo appena finito, è già ora di iniziare a lavorare per la prossima edizione! I commenti degli addetti ai lavori sono stati unanimemente positivi, sia da parte degli artisti e dei concorrenti che da quella dei gestori di hotel, negozi, ristoranti. Insomma, direi proprio che si può pensare ad un’altra stagione di The World of Accordion!'.

Ripercorriamo un po’ i numeri di questo festival per comprendere fino in fondo la soddisfazione degli organizzatori: 81 sono stati i concertisti che si sono esibiti durante gli appuntamenti serali al Teatro Astra, provenienti da ben 11 Paesi; 109 i concorrenti ( contando anche ogni membri dei gruppi ) provenienti da 18 Paesi; 2900 i presenti ai concerti serali, tra i quali ci piace sottolineare la presenza di pubblico dalla Corea, Cina, Russia, Norvegia, Svezia, Polonia, Germania ed Olanda; 800 i visitatori fidardensi delle esposizioni a Palazzo Mandolini; più di 3000 i visitatori accorsi a Palazzo Mandolini tra turisti e concorrenti.

Numeri importanti, ai quali si associano quelli del record italiano, quando domenica 7 luglio si sono ritrovati in piazza 243 fisarmonicisti per suonare insieme Nel blu dipinto di blu (Volare) e Buon Compleanno – dedicato alla fisarmonica – circondati da una cornice di pubblico di oltre 1.000 persone. Appuntamento quindi sicuramente al prossimo anno, con The World of Accordion ed il suo giro del mondo in fisarmonica.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2013 alle 16:53 sul giornale del 12 luglio 2013 - 512 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, world of accordion

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PkS





logoEV
logoEV