utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Severini: 'i pannoloni in regalo sono il colmo...Latini non si sostituisca alla sanità pubblica'

2' di lettura
2397

Argentina Severini
Più Pannoloni per tutti!! Latini ha vinto le elezioni regionali gridando ai quattro venti che con la sua elezione finalmente la sanità a Sud di Ancona avrebbe avuto una svolta. Ora siamo arrivati alla sanità-emanazione della sua provvidenza personale.

Forse in Regione hanno capito il modo di operare di Dino Latini, presidente della Commissione Bilancio, tanto che nessuno della Giunta o dell’Assemblea Legislativa si scompone di fronte alle sue esternazioni contro la Sanità Regionale. Noi rimaniamo comunque sconvolti. Ora siamo addirittura giunti alla delegittimazione della sanità pubblica, e ci viene a raccontare che lui, da solo possa colmare le carenze di un sistema sanitario nazionale al collasso.

Intanto comincia con i pannoloni anti-Asur che verrebbero girati per la distribuzione alla Società Partecipata Asso attraverso la sua associazione culturale +76… Ma come può la Asso, società interamente pubblica, distribuire pannoloni per un’associazione culturale? Potrei andare anch’io alla Asso a chiedere se mi distribuiscono qualsivoglia materiale? Se Latini vuole, faccia direttamente la distribuzione a casa sua e non utilizzi le strutture pubbliche per farsi campagna elettorale!!

Osimo non è un feudo, malgrado le file di osimani che si rivolgono a Lui per ogni particolar questione. Gli osimani, piuttosto si stanno ponendo qualche interrogativo: ha nulla a che vedere il consigliere Latini con i due soggetti che portano il suo stesso cognome, assunti alla Casa di Riposo Bambozzi (uno a tempo indeterminato ed una a tempo determinato)? In quel caso ci sarebbero provvidenze di tipo diverso: per alcuni i posti di lavoro… per tutti gli altri ci si dovrebbe limitare a consolarsi con i pannoloni, sì perché sono strepitosamente in arrivo… più pannoloni per tutti!!



Argentina Severini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2013 alle 17:22 sul giornale del 20 giugno 2013 - 2397 letture