utenti online

Dino Latini e il Circolo +76 presentano il progetto per l'ospedale di provvidenza

Dino Latini 1' di lettura 15/06/2013 - Sabato prossimo insieme al circolo + 76 presento il progetto dell’ospedale della provvidenza ovvero il circuito di assistenza sanitaria e non, che andrà ad integrare e sostituire quella pubblica.

E’ inutile pensare che questo sistema politico ed amministrativo sia in grado di garantire le necessità richieste dai cittadini. Le carenze di questi giorni, le scelte incongrue che si compiono portano a pensare in modo definitivo che il taglio di spesa nella sanità è fatta non sulla base di criteri oggettivi. L’intero territorio a sud di Ancona che racchiude 200 mila persone, ha bisogno di servizi e strutture adeguate al futuro. Lasciando ad altri pensare che si tocchi tutte le strutture meno quella a cui si ha interesse è un errore doppio: attuale e di prospettiva.

Il comprensorio Osimo-Castelfidardo, Loreto, Numana, Sirolo, Filottrano, Camerano, Offagna e parte di Ancona ha e avrà bisogno di un ospedale di base proprio, un servizio di volontariato nel campo dell’emergenza e una rete di servizi territoriali che oggi non si vedono nei programmi della sanità. L’ospedale della provvidenza è il progetto che racchiude tale esigenza, partendo dalle piccole cose fino all’assistenza alla persona.


da Dino Latini
Capogruppo Assemblea Legislativa




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2013 alle 14:21 sul giornale del 17 giugno 2013 - 1914 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, ancona, dino latini, Assemblea legislativa delle Marche, notizie osimo, circolo +76, ospedale di provvidenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/OiU





logoEV
logoEV