Judo: il Memorial Sardus Tronti, una festa dello sport e dello judo giovanile

5' di lettura 04/06/2013 - Sabato 25 e domenica 26 maggio 2013 presso il PalaBaldinelli si è tenuto il 5° Trofeo “Giovani Samurai” – Memorial Sardus Tronti, la competizione individuale e a squadre di judo riservata alle classi giovanili, organizzata dal Judo Club Sakura Osimo ASD in ricordo del suo indimenticato fondatore, il Prof. Fauno Sardus Tronti.

Sabato pomeriggio ad aprire l’evento sono stati gli atleti più grandi del Sakura, con un’inedita esibizione di Judo Show che ha divertito gli spalti gremiti del PalaBaldinelli, seguita dalla parata degli atleti in judogi con i cartelli delle rispettive società, dal canto dell’Inno di Mameli e dall’immancabile saluto d’inizio (rei). A dare poi il via ai combattimenti a carattere promozionale sono stati i mini-judoka della classe Bambini (’08-’07-’06), che hanno effettuato incontri distinti di tachi waza (lotta in piedi) e ne waza (lotta a terra). Successivamente sono saliti sul tatami gli atleti delle classi Fanciulli (’05-’04) e Ragazzi (’03-’02), con la formula di gara abituale (incontri in piedi con proseguimento a terra). Tutti gli atleti sono stati premiati con medaglie artistiche e con una maglietta.

Domenica mattina invece è andata in scena la competizione a squadre della classe Ragazzi, quest’anno con ben nove teams iscritti, i quali hanno dato vita ad incontri avvincenti e coinvolgenti che hanno entusiasmato il pubblico. Parallelamente è cominciata – e si è protratta fino al tardo pomeriggio – la competizione individuale riservata agli Agonisti delle classi Esordienti A (’01), Esordienti B (’00, ’99), Cadetti (’98, ’97, ’96), Juniores (’95, ’94, ’93), i quali hanno regalato grande spettacolo animando combattimenti di alto spessore tecnico. Ancor più che le precedenti, questa quinta edizione si è rivelata un grande successo, sotto tutti i punti di vista! Dal punto di vista della partecipazione, questa è stata l’edizione che ha registrato il record di adesioni, con esattamente 755 atleti di 65 diverse società sportive provenienti dalle Marche ma anche da Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto e dalla Repubblica di San Marino.

Dal punto di vista della qualità dell’organizzazione, innumerevoli sono stati i riconoscimenti espressi da Tecnici e Ufficiali di Gara per la cura di ogni minimo dettaglio e per il buon andamento della gara; apprezzamenti raccolti dal comitato promotore con grande soddisfazione. Dal punto di vista dei risultati, con decine di medaglie conquistate dai judoka “senza testa” , i quali hanno dimostrato in casa tutto il loro valore e hanno tenuto alto il nome del Sakura. Per quanto riguarda i Preagonisti che hanno gareggiato sabato pomeriggio, hanno conquistato la medaglia d’oro i fratelli Alessandro ed Emanuele Affinito, Davide Fusella, Pietro Giantomassi, Nicola Giuliodori, Giorgia Teoli, mentre si sono fermati sul secondo gradino del podio: Christian Battista, Daniele Braconi, Francesco Cartechini, Federico Gismondi, Licia Lombardi, Margherita Spadoni, Massimo Teoli. Terzi classificati (malgrado alcuni abbiano segnato qualche vittoria) Angelica Amantini, Karoll Antonelli, Matteo Clementi, Lorenzo D’Andreis, Raffaele Fontanella, Daniel Gioia, Elisa e Gabriele Mancini, Nicolae Olari, le sorelle Vittoria, Diletta e Tecla Quattrini, Rebecca Rossi, Enrico Sgardi, Vanni Simoncini, Gabriele Veschetti. Nella gara a squadre Ragazzi è andata male alla formazione del Sakura (composta da Matteo Clementi e Licia Lombardi nei -33 kg, Rebecca Rossi -36 kg, Margherita Spadoni -39 kg, Davide Fusella -42 kg, Nicola Giuliodori -46 kg, Vanni Simoncini e Lorenzo D’Andreis nei -50 kg) che, perdendo entrambe le sfide del girone eliminatorio, non è riuscita a qualificarsi per la finale a tre. I nostri, comunque, meritano un plauso perché hanno combattuto con grinta e determinazione, sostenendosi e incoraggiandosi a vicenda, con vero spirito di squadra.

Gli Agonisti del Sakura, invece, si sono resi protagonisti di una gara fantastica che, a fine giornata, ha posto il Club di casa in cima alla classifica per società – anche se poi ha deciso di rinunciare al premio, in quanto organizzatore del torneo. Si sono piazzati al 1° posto: Stefano Di Renzo Mannino (EsB -66 kg), Annalisa Gianfelici (EsA -63 kg), Mattia Proietti (EsA -45 kg); al 2° posto: Rebecca Amantini (EsA -44 kg), Eleonora Braconi (Cad -70 kg), Lorenza Giuliodori (Cad -57 kg), Paolo Marchetti (EsA -60 kg), Michelangelo Mezzelani (Cad -66 kg), Filippo Mucci (EsA -50 kg), Priscilla Quattrini (Jun -52 kg); al 3° posto: Francesco Angeletti (Jun -90 kg), Riccardo Burattini (EsA -66 kg), Nicola Di Renzo Mannino (Cad -66 kg), Leonardo Cingolani (EsA -55 kg), Walter Lasca (Jun -73 kg), Stefano Staffolani (EsA -40 kg). Si sono fermati ai piedi del podio Francesco Giuliodori (EsA -40 kg) e Zoppi Riccardo (Jun -73 kg), mentre Edoardo Bellucci (EsA -50 kg), Antonio Clementi (EsA -40 kg), Marco Giovanelli (Cad -81 kg), Matias Marzocchi (EsB -60 kg) non hanno ottenuto piazzamenti di rilievo.

Tutte le classifiche sono consultabili sul nostro sito www.judosakuraosimo.it. A conclusione di questo breve resoconto sportivo, vogliamo ringraziare tutte le Autorità intervenute: il Sindaco Stefano Simoncini, l’Assessore allo Sport Sandro Antonelli, il Consigliere Comunale Emanuele Carpera (in veste di speaker), il Presidente del Coni Marche nonché membro della Giunta Nazionale del Coni Fabio Sturani, il Delegato Provinciale Coni Ancona Fabio Luna, il Vice Presidente del settore Judo del Comitato Regionale Marche Fijlkam Claudio Verdini. Un sentito grazie va anche all’Amministrazione Comunale, alla Geosport e a tutti gli Sponsors che, unitamente all’impegno del Club, hanno reso concretamente possibile la realizzazione di questo grande evento sportivo. Infine, vogliamo rivolgere un ringraziamento speciale alla Signora Tronti che non fa mai mancare il suo sostegno al Sakura, a ciò che il marito ben cinquantotto anni fa ha creato dal nulla, consentendo allo storico Club osimano di ricordare il suo fondatore nel modo festoso e prestigioso che lui, senz’altro, avrebbe apprezzato.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2013 alle 15:35 sul giornale del 05 giugno 2013 - 1050 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, osimo, judo, judo club sakura, sardus tonti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NM1





logoEV